ATTUALITA' REGIONALE | mercoledì 08 aprile 2020 04:47

ATTUALITA' REGIONALE | 04 febbraio 2020, 11:14

Chiuso, con nuovo successo, a Verona, XVII Anteprima amarone 2016, organizzata, dal Consorzio Tutela vini Valpolicella

Presidente Sartori e direttore generale Bussinello: bene le vendite, ma, ora, maggiore attenzione ai mercati.

Chiuso, con nuovo successo, a Verona, XVII Anteprima amarone 2016, organizzata, dal  Consorzio Tutela vini Valpolicella

Un Amarone 2016, protagonista, per eleganza ed equilibrio; così lo hanno valutato, nel Palazzo della Gran Guardia, bei giorni 1 e 2 febbraio 2016,  250, tra giornalisti, influencers, bloggers e operatori internazionali, nonché, complessivamente, circa 2000 wine lovers e professionisti del settore. È  questa la sintesi della settimana, dedicata ai vini della Valpolicella e ad Anteprima Amarone 2016, la diciassettesima edizione che si è chiusa oggi a Verona.  Andrea Sartori, presidente del Consorzio Tutela vini Valpolicella: “Archiviamo un’edizione, che ha sancito, tra le altre cose, il successo di vendite dello scorso anno, sia all’estero, che in Italia. Guardiamo al 2020, consapevoli di poter contare su un’eccellente nuova annata, ma anche preoccupati, per il moltiplicarsi di incognite sulle principali piazze internazionali. Servirà, per questo, intensificare gli sforzi e le professionalità, con l’obiettivo di monitorare e ascoltare, sempre di più, i mercati e le tendenze dei consumi globali”. Il direttore del Consorzio Tutela vini Valpolicella, Olga Bussinello: “In questa ottica, anche il Consorzio lavorerà, ancora di più, sull’osservazione delle dinamiche socioeconomiche del territorio, per combinare, nel migliore dei modi, le caratteristiche produttive, con quelle dell’offerta. Il protocollo d’intesa, che faremom a breve,  con Avepa, va in questa direzione e ci fornirà un outlook importante e aggiornato, per le politiche di filiera da adottare in Valpolicella”. Un successo, quello della XVII Anteprima Amatone, ottenuto, grazie a passi studiati e valida organizzazione, ma, soprattutto, ad un Amarone di alta qualità.

Pierantonio Braggio

Pierantonio

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore