ECONOMIA VERONESE | martedì 18 febbraio 2020 21:05

ECONOMIA VERONESE | 17 gennaio 2020, 22:04

Alla “Sàgra dei Bìsi” di Colognola ai Colli, Verona, il prestigioso riconoscimento ufficiale di “Sagra di qualità”. Il “marchio” sarà ritirato dal presidente della Pro Loco organizzatrice, Alfonso Avogaro, presso il Senato della Repubblica.

A Colognola ai Colli, si produce lo straordinario pisello – in dialetto locale e veronese: “bìso”, plur. “bìsi” – il Pisum sativum, L., o pisello, in questo caso, il Verdone Nano di Colognola ai Colli, per promuovere i quale – del resto, di altissima qualità e ricercatissimo, la Pro Loco locale, organizza, ogni anno, in collaborazione con il Comune, la nota “Sàgra dei Bìsi”, la cui LXIII edizione fu tenuta, nel giugno 2019.

Alla “Sàgra dei Bìsi” di Colognola ai Colli, Verona, il prestigioso riconoscimento ufficiale di “Sagra di qualità”. Il “marchio” sarà ritirato dal presidente della Pro Loco organizzatrice, Alfonso Avogaro, presso il  Senato della Repubblica.

Dopo sessantatré anni d’attività di “sàgre” e di promozione, la Pro Loco di Colognola ai Colli ha l’onore di rendere noto che la sua “Sàgra dei Bìsi”  ha ottenuto l’importante riconoscimento di “Sagra di qualità”. La certificazione è rilasciata dall’Unione Nazionale Pro Loco (Unpli) e identifica le manifestazioni, che promuovono prodotti tipici, storicamente legati al territorio, rappresentativi della storia e della tradizione, e che mirano alla promozione e alla creazione di sinergie, con le attività economiche locali. Il marchio è stato rilasciato al termine di un rigoroso iter documentale e di rigorose verifiche, sul campo, e sarà consegnato, nel corso della cerimonia di premiazione, che svolgerà lunedì 20 gennaio al Senato della Repubbblica, Roma.“Attraverso la sapiente valorizzazione dei prodotti tipici, le sagre rappresentano anche un’importante porta d’ingresso, per scoprire i territori. In un momento, in cui, questo fenomeno è in costante crescita e nel quale non mancano le speculazioni, il marchio “Sagra di qualità” punta a identificare e certificare quegli eventi, che hanno uno stretto legame con i territori e le produzioni locali”, sottolinea Antonino La Spina, presidente dell’Unione Nazionale Pro Loco d’Italia. “La ‘Sagra di qualità’ evidenzia l’attenzione dell’Unpli anche nel settore enogastronomico, che, per il tramite dei prodotti locali, spesso conduce al rilancio delle tradizioni locali”, aggiunge Sebastiano Sechi, responsabile del dipartimento “Sagra di qualità” dell’Unpli. Nel dettaglio, l’istituzione del “marchio” vuole la valorizzazione dei prodotti tipici (Doc, Dop, o inseriti, nelle banche dati dei prodotti agroalimentari tradizionali regionali) e la promozione del cibo e dei piatti tipici della cucina tradizionale e contadina. Non meno importante è sapere che, fra i requisiti necessari all’attribuzione del riconoscimento “Sagra di qualità”, determinante è anche la promozione degli operatori locali del settore eno-gastronomico e turistico (quali produttori, ristoratori, artigiani, albergatori), quali attività economiche, correlate alla cultura del cibo, con una storicità di almeno 5 anni; inoltre, la richiesta di valutazione deve essere inviata, agli Uffici competenti, almeno 180 giorni prima dell’evento, cui seguono, un’analisi della documentazione e una verifica sul campo. Il ritiro del meritato riconoscimento – come testimoni de visu della coltivazione e della qualità del Pisello Verdone Nano di Colognola ai Colli e, quindi, dell’azione altamente promozionale della “Sàgra dei Bìsi” di Colognola ai Colli, confermiamo tale grande merito – sarà ritirato da Alfonso Avogaro, attivissimo e appassionato presidente, da nove anni, della Pro Loco di Colognola ai Colli. Non possiamo chiudere, questo modesto scritto, senza menzionare il grande, costante e costruttivo apporto delle Pro Loco e dei loro Volontari alla promozione dei prodotti agricoli locali e dei rispettivi territori, e senza esprimere, ad alta voce, il nostro “g r a z i e” ai Volontari stessi.
Pierantonio Braggio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore