LO SCAFFALE | lunedì 27 gennaio 2020 00:39

LO SCAFFALE | 10 dicembre 2019, 17:13

UN libro una religione un poeta ispirato "ARCOBALENI" ed altri frammenti

“Arcobaleni – Altri frammenti” di Francesco Butturini per Scripta Edizioni, raccoglie trenta frammenti che cercano nel silenzio di Dio la parola che salva, l’alito lieve dell’Amore divino, il sorriso del cielo e la luce delle stelle. L'occasione per intervenire e presenziare con l'autore

UN libro   una religione  un poeta ispirato "ARCOBALENI" ed altri frammenti

 
Sono salmi evangelici, come suggerisce  Marco Campedelli in prefazione, perché spesso la voglia di ripensare, se volete l’ispirazione, nasce proprio dai testi domenicali  l’autore si chiede se i due millenni passati da allora ad oggi siano  un niente di tempospazio o siano forse  una barriera. 
      Ma Dio, il Padre che è nei cieli, ci guarda?
 Guarda anche oggi  ognuno di noi con gli stessi occhi con cui suo figlio e nostro fratello Gesù di Nazareth  guardava le persone che incontrava , sorrideva loro, dava il bacio della pace e dell’amicizia. Amava.
E’ ancora così? 
È possibile sia ancora così?
      Su queste domande,  che non angosciano, ma fanno palpitare il cuore,  si reggono questi trenta nuovi frammenti,  come si reggono gli altri contenuti in “Sentinella quanto manca all’aurora” ( prefazione di Roberto Fattore, Vallecchi editore, 2010) e “Frammenti di Speranza” ( prefazione di Marco Campedelli, Alda Merini, Carlo Rovelli, Vertigo editore 2017).
       Venerdì 13 dicembre, in sala Farinati della Biblioteca Civica di Verona, alle ore 17.00, presenteranno il libro Marco Campedelli, teologo e poeta, e Roberto Fattore, preside del Maffei: attenti, sensibili, raffinati lettori di poesia che hanno recentemente edito, insieme con Luca Bragaja e una postfazione di Vito Mancuso,  la plaquette“Santi e poeti” (Scripta editore), che raccoglie gli ultimi tre inediti di Alda Merini, cui tutti noi eravamo affezionati ed era per noi tutti “la” poetessa del nostro tempo, che, fosse stata tradotta in qualche importante lingua europea, avrebbe sicuramente potuto ricevere il Nobel per la Letteratura.


Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore