ECONOMIA VERONESE | martedì 12 novembre 2019 05:27

ECONOMIA VERONESE | 08 novembre 2019, 17:18

ALBRIGI TECNOLOGIE UNA GRANDE REALTà VERONESE

ALBRIGI TECNOLOGIE _ TECNOLOGIE SU MISURA Albrigi Tecnologie da anni studia, ricerca, sperimenta, nuove soluzioni per cantine con un occhio particolare nella ricerca di produrre prodotti di altissima qualità per offrire alla propria clientela servizi e tecnologie con lo scopo di far risparmiare, ridurre i costi, ridurre i tempi, evitare le contaminazioni, ridurre l’inquinamento, ridurre i disguidi e le rotture, aumentare la produzione e soprattutto aiutare i propri clienti a raggiungere obiettivi di fare vini di altissima qualità e molto prestigiosi nel minor tempo possibile, con lo sforzo minore, e con il costo minore. Un obiettivo del 2020 è di mettere in pratica l’esperienza fatta in tanti anni di prove e di seguire progetti innovativi, nel rispetto della tradizione, ed offrire possibili soluzioni concrete e partiche, proponendo impianti e tecnologie che sembrano troppo avveniristiche ma che in partica riducono tutte quelle situazioni di costi inutili che la cantina intesa in modo tradizionale ci crea. Per questo ha accettato la sfida di due grossi clienti esteri che vogliono arrivare a fare un vino in modo molto tradizionale per gravità, con metodi moderni, nel rispetto massimo del prodotto, con gusti e caratteristiche particolari, dove si predilige l’aspetto naturale ed ecologico fino al punto di fare un vino dove viene proposto come vino “CHE NON CONTIENE PRODOTTI CHIMICI”. Cosa che comporterebbe un passo in avanti di immagine aziendale e del brand molto importanti e di qualità del prodotto vino, cosa che il mercato non si aspetta o che sappiamo essere cosa molto gradita ai consumatori più attenti e che sicuramente provoca una grossa curiosità nella clientela al punto che per noi non è più solo un progetto vino senza chimica ma è un vero e proprio progetto tecnologico, culturale, commerciale, e di marketing che porterà sicuramente ad un risultato. Questa è una grande sfida per Albrigi Tecnologie in quanto vi sono molti aspetti da seguire, dopo la qualità delle uve, tutta una serie di lavorazioni che portano a rispettare e a lavorare le uve e i mosti e i vini in una certa maniera, unica e particolare. Il progetto si chiama.....

ALBRIGI TECNOLOGIE  UNA GRANDE REALTà VERONESE

  PLANETARIUS

                                                 Vinum fieri iussit 

 

 

Per questo Albrigi Tecnologie segue diverse strade che hanno impegnato l’azienda in modo totale per più di dieci anni, oggi siamo pronti a sviluppare e a produrre delle tecnologie che con anni di sperimentazione ci hanno dato la garanzia del risultato.
Il progetto “Planetarius” racchiude tutto il frutto di questa ricerca ed è il concetto che da i risultati fin qui descritti, cosa che ha attratto la curiosità delle cantine che cercano idee nuove oltre che al risparmio e alla qualità abbracciando e sposando prima di tutto il concetto di fare visitare ai clienti la cantina durante il periodo di lavorazione delle uve, e la fase di fermentazione, facendo prima vedere la di LogisticZone di ricevimento delle uve con i nuovi  Vibro Dispenser, e la zona di lavorazione delle uvePrimatist room con macchinari specifici di nuova concezionedove le uve ricevono la varie fasi di selezione e di pigiatura, sempre con protezione di azoto e con l’impianto di lavaggio automatico.
 
In questo progetto Planetarius viene stravolto il concetto di sala di fermentazione “FermentationRoom” in quanto il personale è ridotto ad una/ due persone che lavorano su tre turni di 8 ore per 24 h in continuo, gestendo tutto il processo con I Pad.
Per questo progetto Planetarius viene proposto un fermentatore specifico modello Top Fly che è un fermentatore / maturatore / reattore in grado di creare a seconda delle uve che si lavorano e a seconda delle esigenze dell’enologo tutte quelle situazioni di lavorazione dei pigiati e dei mosti che permettono di estrarre l’anima dell’uva.


Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore