ANNUNCI E VARIE | martedì 12 novembre 2019 05:26

ANNUNCI E VARIE | 08 novembre 2019, 18:34

Un Avvento 2019 ed un 25 dicembre nuovi, con il progetto “Ri-Albero”. Albero di Natale, quest’anno, bello, naturale, sicuro ed ecologico.

“Attenzione all’ambiente, promozione del corretto riciclo e di comportamenti virtuosi, sensibilizzando alla sicurezza domestica, che ne risulterà garantita”. L’assessore del Comune all’Ambiente del Comune di Verona, Ilaria Segala, il titolare di Garden Floridea, Verona, Maurizio Piacenza, e il presidente di Amia, Bruno Tacchella, hanno presentato, il 7 novembre 2019, il “Progetto Ri-Albero”. Rsso è frutto della collaborazione fra Floridea, Comune di Verona e Amia e mira a migliorare la sicurezza nelle nostre case e a garantire il “corretto smaltimento degli alberi di Natale”.

Un Avvento 2019 ed un 25 dicembre nuovi, con il progetto “Ri-Albero”. Albero di Natale, quest’anno, bello, naturale, sicuro ed ecologico.


Il tutto inizierà sabato, 9 novembre, e durerà tre settimane: i veronesi troveranno presso Garden Floridea un apposito contenitore di Amia, in cui depositare il proprio vecchio albero di Natale sintetico, il quale sarà “smaltito correttamente” e, in un’ottica premiante, per tale tipo di raccolta differenziata, si potrà acquistare, al Garden, uno nuovo albero, naturale o sintetico, con un cospicuo sconto. Ri-Albero significa, dunque, tutela dell’ambiente, sicurezza domestica e piantumazione di alberi veri, sui balconi o nei giardini, evitando che gli alberi sintetici siano causa di incidenti domestici – fra l’altro, possono prendere fuoco. I nuovi alberi sintetici, invece, rispettano le certificazioni di sicurezza necessarie. Nel caso, in cui, poi, si acquisti un albero vero, Garden mette a disposizione le proprie competenze per garantire al cliente la scelta più adeguata alle proprie esigenze e accompagnerà l’acquisto della pianta, con un semplice vademecum, con i consigli per gestire al meglio l’albero, in casa, e, se del caso, per una corretta piantumazione nel giardino. Maurizio Piacenza, titolare di Floridea: “I dati ci dicono che, ogni anno in prossimità del Natale, vengono venduti, in Italia, circa un milione di alberi. L’80% di questi è sintetico, il che rappresenta una sfida importante per il corretto smaltimento dei materiali. Abbiamo dato vita a questo progetto, quindi, nell’ottica di promuovere il riciclo dei nostri vecchi alberi e di migliorare la sicurezza domestica. Invitiamo i cittadini a portarli da noi e a depositarli nei contenitori messi a disposizione di Amia: ritiriamo ogni tipo di albero di Natale e, per chi lo desiderasse, mettiamo a disposizione le nostre competenze per acquistare, con lo sconto del 20% l’albero, naturale o sintetico, più adeguato alle esigenze di ciascuno. In più, per chi sceglie l’albero naturale, abbiamo pensato a un pratico vademecum per curarlo e mantenerlo al meglio”. “Un’iniziativa lodevole che abbiamo deciso di sostenere, per un duplice motivo – ha sottolineato il presidente di AMIA, Bruno Tacchella. Da un lato si garantirà maggiore sicurezza, evitando potenziali fonti di rischio, dovuti a vetustà, stabilità e cattivo funzionamento di quelli sintetici, dall’altro si ottimizzerà la raccolta degli alberi, che tante volte, nel periodo pre e post natalizio, vengono, in maniera indiscriminata, abbandonati, vicino a cassonetti o in mezzo alle strade. Grazie a questa raccolta mirata, se ne gioveranno, quindi, l’ambiente ed il decoro cittadino”. Assessore, Ilaria Segala: “Il progetto mette al centro il tema di come riciclare in sicurezza, con un’ottica premiante, per chi fa raccolta differenziata. Si promuove la tutela dell’ambiente e la sicurezza perché, talvolta, i vecchi alberi sintetici sono stati causa di incidenti domestici”.

Pierantonio Braggio


Pierantonio Braggio

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

venerdì 08 novembre
giovedì 07 novembre
martedì 05 novembre
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore