ATTUALITA' REGIONALE | martedì 12 novembre 2019 05:31

ATTUALITA' REGIONALE | 07 novembre 2019, 11:17

“Memoria e Presente” dal primo conflitto ai giorni nostri: le imprese che hanno fatto la storia

Un evento celebrativo del ricordo della tragica prima guerra mondiale che taluni rivendicano come momento di creazione dell'Italia unita dal dolore. In quest'ambito una rievocazione dedicata alle aziende secolari organizzata a Padova può farci riflettere sulla portata dell'evento che di epico non ha nulla per la stragrande maggioranza di chi lo visse nei nostri territori - VALDOBBIADENE (TV) Lapide a Palazzo Piva - "Cittadini uccisi da proiettili n. 51 - Cittadini morti per fame n. 484" -- Il ricordo va a tutti nell'occasione oggi ricordiamo quelle famiglie imprenditoriali che hanno ricostruito il nostro territorio veneto. A tutti richiediamo il senso della democrazia e della dignità delle persone a per la difesa di un popolo. A seguire ilcomunicato stampa dell'evento e la foto della ditta Dalla Bernardina tra quelli premiate

“Memoria e Presente” dal primo conflitto ai giorni nostri: le imprese che hanno fatto la storia

DALLA BERNARDINA F.lli S.r.l. - Sommacampagna (VR)
La storia di questa impresa di Sommacampagna iniziò nel 1860 quando Valentino
Dalla Bernardina, originario della vicina Bussolengo, avviò la sua bottega. All’epoca
i lavori realizzati da questo fabbro ferraio erano destinati per lo più all'agricoltura
e a opere in ferro, come recinzioni e cancelli. Al momento della sua scomparsa,
avvenuta nel 1911, l'attività venne proseguita dai figli Noè, Giovanni e Fortunato.
Durante la Grande Guerra nonno Noè, classe 1891, era impegnato al fronte, sul
monte Pasubio, nelle battaglie che vedevano contrapposti l’esercito italiano e
quello austro-ungarico. Le battaglie passarono alla storia per il continuo tentativo
di minare da una parte e dall’altra le creste delle montagne chiamate Dente
Italiano e Dente Austriaco, attraverso lo scavo di gallerie. Il numero delle vittime
della guerra sui Denti risulta essere di centinaia e centinaia di morti.
Al ritorno dalla Grande Guerra, nonno Noè continuò nell’attività di officina
meccanica e la implementò con un servizio di “Grande Servizio di Rimessa con
Automobili e Said Car”. Con tale licenza accompagnò alcuni concittadini sul monte
Ortigara per ricostruire una chiesetta distrutta durante la prima guerra
mondiale.
Nel 1966, alla scomparsa di Noè Dalla Bernardina, il solo figlio Arturo prese in
mano l'impresa familiare che, a seguito della sua prematura scomparsa, nel 1982,
divenne società in nome collettivo con soci i due figli Gianni e Marcello, già da
qualche anno inseriti nell'azienda. Negli anni l'impresa aggiunse alla propria attività
anche la realizzazione di aree di servizio per l’assistenza ai mezzi e alle persone,
la gestione del deposito di carburanti e dell'officina siti ora in via Circonvallazione.
Nel 1998, la società venne trasformata nell’attuale “Dalla Bernardina F.lli Srl”.
Avendo iniziato anche a produrre vino come Famiglia Dalla Bernardina (FDB), i
nipoti hanno voluto ricordare il nonno chiamando Noè il loro vino di punta.
Premia il Componente di Giunta della Camera di Commercio di Verona Nicola
Baldo
Ritira il premio il Presidente Gianni Dalla Bernardina

mz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore