ECONOMIA VERONESE | martedì 19 novembre 2019 12:25

ECONOMIA VERONESE | 01 novembre 2019, 09:49

L’agricoltura è una forma d’arte?

Se si vedono alcune conltivazioni come sono curate e qualè organicità prsentano si potrebbe di re di si. Ne parleranno l’artista e writer Cibo, lo chef stellato Perbellini e il viticoltore Gini. Incontro organizzato da Coldiretti Verona: Lunedì 4 novembre alle 17.30 Antica Fonderia Aperta Teatro

L’agricoltura è una forma d’arte?

 
Verona, 31 ottobre 2019 - L’agricoltura è una fonte d’ispirazione per l’arte? Per rispondere a questa domanda, Coldiretti Verona, attraverso il coordinamento provinciale Donne Impresa, organizza una tavola rotonda con esperti di vari settori che ne discuteranno, a partire da una ricerca storica fino ad arrivare a nostri giorni. Lunedì 4 novembre alle 17.30 all’antica Fonderia Aperta Teatro, in Via del Pontiere 40/A, a Verona,  si partirà dalla presentazione del libro “Radicchio, castagna e pesca di Verona” a cura di Daniela Cavallo, architetto e docente di marketing all’Università di Verona edito da Coldiretti Verona in collaborazione con Fondazione Cattolica Assicurazioni, per capire come i prodotti della terra possono ispirare, anche ai giorni nostri, varie forme d’arte. All’incontro interverranno, oltre all’autrice del libro, Cibo, giovane artista e writer veronese, lo chef stellato Giancarlo Perbellini e il viticoltore Sandro Gini. Francesco Gini, poi, illustrerà come il vino può ispirare anche l’essenza di profumi. L’incontro sarà aperto da Daniele Salvagno, presidente di Coldiretti Verona, Adriano Tomba, segretario generale di Fondazione Cattolica Assicurazione e Chiara Recchia, responsabile provinciale di Donne Impresa Coldiretti.
“Coltiviamo nella nostra provincia prodotti agricoli molto antichi rappresentati in dipinti e in scritti storici come il radicchio rosso, la castagna e la pesca – evidenzia Chiara Recchia - che abbiamo voluto documentare e testimoniare in un volume in italiano e in inglese da diffondere anche ad attività turistiche. Allo stesso tempo, riteniamo che sia una forma d’arte dipingere un murales con i prodotti della terra, creare un piatto stellato con materie prime locali o produrre un vino che va oltre i canoni delle buone pratiche agronomiche. Del resto, anche le produzioni agricole sono rappresentative di un territorio e lo raccontano esattamente come fanno la storia, l’arte e le tradizioni”.  
La partecipazione è libera e gratuita, previa iscrizione a verona@coldiretti.it.

em. zum.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore