ATTUALITA' REGIONALE | martedì 12 novembre 2019 05:26

ATTUALITA' REGIONALE | 26 ottobre 2019, 21:59

ECONOMIA. ASSESSORE MARCATO INCONTRA A VERONA DELEGAZIONE DELLA REGIONE RUSSA DI SVERDLOVSK. “MESSE LE BASI PER UN PROTOCOLLO D’INTESA A SUPPORTO DELL’EXPORT DELLE NOSTRE IMPRESE”

Questa mattina a Verona, in occasione di un evento promosso all’interno del XII Forum Euroasiatico, l’assessore regionale allo sviluppo economico Roberto Marcato ha incontrato una delegazione della regione Sverdlovsk della Federazione Russa guidata dal Governatore Primo ViceGovernatore Aleksey Orlov.

ECONOMIA. ASSESSORE MARCATO INCONTRA A VERONA DELEGAZIONE DELLA REGIONE RUSSA DI SVERDLOVSK. “MESSE LE BASI PER UN PROTOCOLLO D’INTESA A SUPPORTO DELL’EXPORT DELLE NOSTRE IMPRESE”

 “La Regione Veneto – sottolinea l’assessore Marcato ha voluto fortemente questo incontro con la delegazione della regione Sverdlovsk per arrivare ad un protocollo d’intesa che agevoli le nostre imprese a lavorare con il sistema economico di questa importante regione russa. Stiamo parlando di una delle regioni più importanti della Federazione Russa per la capacità economica, per crescita di PIL, per numero di imprese, Università.”
 
Nonostante le sanzioni, la Federazione Russa rimane per le imprese venete uno dei principali mercati (il dodicesimo) di sbocco per le esportazioni, specialmente nei settori d’eccellenza e di qualità delle produzioni Made in Veneto. Il mercato russo è grande, il suo potenziale enorme ma i dati del 2018 evidenziano, dopo un biennio di sensibile ripresa, un nuovo calo dei flussi commerciali tra i due paesi.  
 
“Una parte considerevole del PIL veneto è costituita dell’export – evidenzia Marcato - noi riusciamo ad esportare perché il made in Veneto è sinonimo di grandissima qualità. Non è un caso che le imprese più interessanti per la regione della Russia siano le imprese dei settori fashion, lusso, abbigliamento, arredamento e oreficeria.”
 
Nel 2018, il Veneto ha esportato beni in Russia per circa 1,3 miliardi di euro, registrando una contrazione su base annua del -3,9%, una cifra che si aggira intorno ai 51milioni di euro. A determinare questo risultato negativo dell'export regionale verso la Federazione russa sono stati i beni del comparto meccanico (-38 milioni di euro rispetto al 2017), dell’industria chimica (-13 milioni di euro) e del settore dell’arredamento (-5 milioni di euro). Hanno, invece, registrato buone performance le vendite di produzioni del comparto agroalimentare (+5 milioni di euro), di beni delle “altre industrie manifatturiere” (gioielli, articoli sportivi e apparecchiature medicali) e del settore Moda (tessile, abbigliamento e pelletteria).  
 
“La qualità è elemento chiave del sistema economico veneto per aprire nuovi rapporti commerciali anche con questa realtà emergente della Russia – sottolinea l’assessore Marcato – anche in questo caso, la Regione Veneto dimostra concretamente di essere sempre a fianco dei nostri straordinari imprenditori, in particolare oggi, in un momento congiunturale non favorevole per il nostro Paese. Ma noi, come istituzione vicina ai bisogni della gente, abbiamo il dovere per fare tutto il possibile per dare prospettive di crescita per il nostro territorio.”  

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore