ANNUNCI E VARIE | domenica 20 ottobre 2019 04:00

ANNUNCI E VARIE | 11 ottobre 2019, 22:19

II Giornata nazionale dell’Ordine di Malta, a Verona.

Il 12 ottobre, si terrà a Verona, la “Seconda Giornata nazionale dell’Ordine di Malta” – ore 9 - 19 – , mentre, analogo evento, avrà luogo, in altre 23 piazze italiane, fra le quali, nel Veneto, oltre che a Verona, anche a Padova e a Venezia.

II Giornata nazionale dell’Ordine di Malta, a Verona.

Hanno annunciato l’iniziativa – in due gazebi, personale medico e infermieristico effettueranno gratuitamente la misurazione della pressione arteriosa, della frequenza cardiaca, della glicemia e dimostrazioni della catena di primo soccorso – nel Municipio di Verona, il sindaco, Federico Sboarina, l’assessore Edi Maria Neri,Paolo Borin, ambasciatore del Sovrano Ordine di Malta in Etiopia e membro permanente presso l’Unione Africana, e Saverio Adilardi, vice delegato, per Verona dell’Ordine di Malta. Scopo della Giornata nazionale dell’Ordine di Malta, per la prima volta, a Verona, è la promozione e la diffusione delle attività dei Volontari dell’Ordine, che s’impegnano a fianco di bisognosi e di cittadini,in difficoltà, non escludendo, ove possibile, aiuti finanziari. Si racconteranno, in Piazza Bra, il perché, chi, dove, come e quando dell’attività svolta, e che l’Ordine svolge, in Italia e nel mondo, secondo il principio dell’Ordine stesso: “TuitioFidei et ObsequiumPauperum”, ossia, “Difesa della Fede e Servizio ai Poveri, ai sofferenti e agli ammalati”, con l’intento, pure, di coinvolgere quanti, nel cuore, sentono l’esigenza d’aiutare il prossimo. Per tutto questo, il 12 ottobre 2019, i Volontari dell’Associazione Nazionale dei Cavalieri Italiani dell’Ordine di Malta (ACISMOM), dei Gran Priorati, del Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta (CISOM) e del Corpo Militare (ACISMOM), incontreranno, nelle piazze citate, curiosi ed appassionati, per farsi conoscere e per creare una rete di solidarietà, non chiusa nei palazzi, ma viva nelle città, contattando, al tempo, persone bisognose, da un lato, e caritatevoli e pronte all’aiuto, dall’altro. In Italia, l’Ordine di Malta, è presente con 3 Gran Priorati, 31 delegazioni, con Corpo di Soccorso e con il Corpo Militare – l’Ordine è attivo in 120 Paesi del globo, coadiuvato da 80.000 volontari, da 42.000, fra medici ed infermieri, e collabora con la Croce Rossa americana – dando vita a diversi progetti e ad attività di assistenza sanitaria e sociale, di qualunque profilo d’urgenza, di gestione di Case Famiglia e Mense, di distribuzione di pasti caldi e di capi di vestiario, d’accudimento dei malati, negli ospedali o nei pellegrinaggi nazionali ed internazionali, d’organizzazione di soggiorni estivi per famiglie bisognose, di campi estivi per ragazzi disabili, di gestione di doposcuola, per bambini non inseriti socialmente, o d’organizzazione di summer games, destinati a piccoli disabili. L’Ordine, innovandosi, realizzafiloni, mirati ad alleviare solitudine e povertà, quali  servizi agli anziani, attraverso l’organizzazione “Angeli custodi”, che forniscono farmaci e spesa a domicilio, che ascoltano e che offrono conforto; corsi di stimolazione cognitiva, per i malati neodiagnosticati di Alzheimer e per i loro congiunti, nonché attività, per i senza fissa dimora (che stanno aumentando, specie nelle grandi città, con assistenza notturna e con visite mediche organizzate in UDS (Unità di strada). 
I progetti medici, sociali ed umanitari dell’Ordine di Malta sono svolti, quindi, a difesa della della dignità umana, portando assistenza ai poveri, ai sofferenti, ai vulnerabili ed agli ammalati, indipendentemente da origine e religione. 
Non mancano interventi, in aree nazionali ed extranazionali, colpite da disastri naturali, ospedali e assistenza medica e sociale, aiuti di emergenza a profughi e sfollati, che vivono in condizioni di guerra e di conflitto. 
Dal 2008 team sanitari del Corpo di Soccorso – CISOM – lavorano a bordo dei dispositivi navali dei corpi militari, al largo delle coste di Lampedusa, avendo già prestato soccorso sanitario a più di 190.000 migranti, in condizioni anche gravissime. 
CISOM opera anche in fatto di soccorso tecnico-logistico e di assistenza nell’ambito del sistema di protezione civile, in caso di calamità sul territorio nazionale, in Italia e all’estro. 
Il Corpo Militare collabora, con l’Esercito Italiano, provvedendo al soccorso in circostanze di guerra, di calamità e di emergenza, così come nel corso di missioni umanitarie e per il mantenimento della pace, fuori dal territorio nazionale. 
 Il Sovrano Ordine Ospedaliero di Malta, Delegazione di Verona, dipende dal Gran Priorato di Venezia e di Lombardia, dal quale dipendono pure le Delegazioni di Vicenza e di Trento. Non va dimenticato che il “Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme di Rodi e di Malta” – questa, la sua denominazione corretta – è riconosciuto ufficialmente, dall’Italia e in sede internazionale, come vero proprio Stato – esso dispone delle proprie Poste, dette “Magistrali” ed emette, quindi, propri francobolli – avendo la sua sede ufficiale a Roma. A Verona, la sua sede si trova in via Santa Toscana 4, zona PortaVescovo, delegazione.verona.smom@gmail.com.
Pierantonio Braggio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore