CONSULENZE e INIZIATIVE | domenica 20 ottobre 2019 04:14

CONSULENZE e INIZIATIVE | 04 ottobre 2019, 00:00

Polizze vita e pianificazione successoria. LA SUCCESSIONE.

Proseguiamo con i consigli di un esperto in materia di pianificazione.   Al momento della morte delde cuius(l'espressione de cuius è una ellissi della locuzione latinais de cuiushereditateagiturche, tradotta letteralmente, significa "colui della cui eredità si tratta"; in pratica, indica la persona defunta che ha lasciato un'eredità)si apre la successione. I casi che possono verificarsi sono due: • le volontà del defunto sono state espresse a mezzotestamento; • in assenza di testamento, la legge dispone la successione (successione legittima). In quest’ultimo caso, essendo in assenza di testamento, al fine di evitare che il patrimonio del defunto venga disperso o sia oggetto di contenzioso tra familiari, il legislatore ha definito esattamente chi e quanto eredita. In dettaglio, eredi per legge possono essere: • ilconiugedel defunto, a cui va: o l’intero patrimonio, se ilde cuiusè senza figli, genitori, fratelli o sorelle; o 2/3 del patrimonio, se ilde cuiusè senza figli, ma ha uno o entrambi i genitori e/o ha fratelli o sorelle; o 1/2 del patrimonio, se ilde cuiushasoloun figlio; o 1/3 del patrimonio, se ilde cuiushapiùfigli; • Ifiglidel defunto, a cui va: o l’intero patrimonio, se ilde cuiusè senza coniuge; o 2/3 del patrimonio, se ilde cuiusha il coniuge ed i figli sono più di uno; o 1/2 del patrimonio, se ilde cuiusha il coniuge ed il figlio è uno solo; • Igenitoridel defunto, a cui va: o l’intero patrimonio, se il de cuiusè senza coniuge, figli, fratelli o sorelle; o 1/3 del patrimonio, se il de cuiusha il coniugeofratelli e sorelle ed è senza figli; o 1/4 del patrimonio, se il de cuiusha sia il coniuge che fratelli e sorelle ed è senza figli; • fratelli o sorelle del defunto, a cui va: o l’intero patrimonio, se il de cuiusè senza coniuge, figli e genitori; o 1/2 del patrimonio, se il de cuiusha solo uno o entrambi genitori e non ha figli né coniuge; o 1/3 del patrimonio, se il de cuius ha il coniuge e non ha genitori né figli; o 1/12 del patrimonio, se ilde cuiusha sia il coniuge che i genitori, ma non ha figli; • LoStato, a cui va l’intero patrimonio, se il defunto non ha parenti fino al sesto grado. Quando invece si è in presenza di testamento, è tale atto che stabilisce chi e quanto eredita, al netto però di una quota di patrimonio chenecessariamentedeve per legge essere destinata ai parenti più prossimi delde cuius(successione necessaria): coniuge, figli, genitori (ascendenti). Pertanto, lequote disponibililiberamente al testatore sono: • l’intero patrimonio, se il defunto non ha coniuge, figli o genitori; • 2/3 del patrimonio, se il defunto non ha coniuge o figli; • 1/2 del patrimonio se il defunto ha: o solo il coniuge; o solo un figlio, con o senza genitori; • 1/3 del patrimonio, se il defunto ha: o solo figli, con genitori o senza; o solo il coniuge ed un figlio; • 1/4 del patrimonio, se il defunto ha: o il coniuge e più figli; o il coniuge ed i genitori. .... /.. continua

Polizze vita e pianificazione successoria.  LA SUCCESSIONE.

G. Vezzari

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore