ECONOMIA VERONESE | venerdì 20 settembre 2019 06:06

ECONOMIA VERONESE | 07 settembre 2019, 22:50

Isola della Scala, Verona. Dall’11 settembre 2019, la 53ª Festa del Risotto italiano, o Fiera del Riso. L’evento continuerà sino al 6 ottobre.

Inizierà il prossimo 11 settembre, per chiudersi il 6 ottobre, la 53ª Fiera del Riso di Isola della Scala, Verona. Quest’anno, l’evento ricorderà uno dei suoi Padri fondatori: il noto Giorgio Gioco, appassionato della cucina tradizionale e di cultura, in generale. Allo chef scomparso, nello scorso febbraio, sarà dedicato, in accordo con la Famiglia e, da questa edizione in avanti, il più antico dei concorsi della Fiera, che egli stesso aveva ideato, 52 anni orsono: la “Spiga d’Oro - Giorgio Gioco”, una sfida tra i Ristoratori di Isola della Scala, in fatto di risotto, in base alla tradizionale ricetta “all’Isolana”.

Isola della Scala, Verona.                                                                                                           Dall’11 settembre 2019, la 53ª Festa del Risotto italiano, o Fiera del Riso. L’evento continuerà sino al 6 ottobre.

Ricetta “aggiornata”, per rendere il risotto più saporito, dallo stesso Gioco, tra le mura del suo ristorante, il “12 Apostoli”, nel 2016. Ma, la 53ª Fiera proporrà novità e, fra queste, la presentazione del progetto dell’Ente Nazionale Risi, dal titolo: “Con i piedi nell’acqua”, in cui, grazie a particolari visori, sarà possibile entrare virtualmente in risaia e in una cascina, per seguire l’attività di un risicoltore, senza del quale non avremmo riso, a 360 gradi. Una passeggiata in compagnia, sempre virtuale, ma, chiarificatrice – non basta degustare il prodotto, ma, bisogna conoscere anche l’ambiente e l’agricoltore, che la fanno crescere – di Patrizio Roversi. Quindi, la Fiera, che con i suoi circa 500mila ospiti, nel 2018, si è confermata il più visitato evento italiano, legato ad un’unica varietà di prodotto agricolo, il Riso Vialone Nano, proporrà diversi modi per assaggiare il cereale-simbolo di Isola della Scala, attraverso stands, concorsi gastronomici e momenti collaterali, nei quali, verrà cucinato il riso, attingendo a circa 90 diverse ricette, alcune delle quali senza glutine, senza lattosio e vegano. Ritorna, poi, il Teatro del Gusto, in cui giornalisti, chef, blogger ed esperti di enogastronomia parleranno di cibo, in modo inusuale, passando, dai segreti di pietanze afrodisiache, all’uso di funghi e tartufi nel risotto. Novità assoluta, sarà la presenza del Pastificio Rana, partner ufficiale della manifestazione, che rinnoverà il legame con il suo territorio d’origine, rendendo omaggio, con piatti unici, pensati e creati esclusivamente per la Fiera, a una delle eccellenze veronesi: il riso. Per Giovanni Rana, l'innovazione non ha confini ed è il risultato di un perfetto equilibrio, fra ispirazioni al patrimonio gastronomico locale ed esperienze culinarie internazionali: così sono nati quattro diversi tipi di ravioli, con cuore di risotti della tradizione. Scrigni di sfoglia fresca, che valorizzano in modo innovativo, i risotti più amati. Un menù speciale, ad edizione limitata, che prevede anche la versione dolce, e che verrà svelato solo, durante la manifestazione allo stand del Pastificio Ran, al Palarisitaly. Novità, anche per gli allestimenti dei padiglioni e del centro di Isola della Scala. Nella hall, verrà rivista e aggiornata la mostra interattiva sul riso, mentre gli allestimenti delle scorse edizioni, nelle vie, in direzione della piazza del Paese, verranno arricchiti, con attrezzi tradizionali, alti fino a quattro metri, e nuove riproduzioni degli animali della risa, realizzate dall’artista Alessandro Mutto, fra le quali, due enormi aironi di paglia, uno dei quali, con un’apertura alare di sei metri. Si rafforza, poi, il legame tra Ente Fiera, Comune e Consorzio di Tutela del Riso Nano Vialone Veronese Igp. Riso Igp, che sarà utilizzato, in tutti gli stand del Palariso – dove si potranno degustare i risotti all’Isolana e le ricette proposte dalle cinque contrade del paese – e nei concorsi gastronomici. Nel Palarisitaly, la seconda struttura coperta della Fiera, verranno, invece, cucinati altri tipi di risotti e piatti a base di riso o farina di riso. Ai piaceri della tavola, come sempre, si aggiungeranno circa cento eventi collaterali: dalle visite guidate, allo sport, dalla cultura, alle iniziative per le scuole e i bambini. Tornerà poi in fiera la ruota panoramica, alta 30 metri, per potere ammirare, dall’alto, il territorio delle risaie veronesi e l’area fieristica, con i suoi trentatré mila metri quadrati, dei quali, tredici mila coperti. Quindi, tema sociale di questa edizione, sarà la lotta al bullismo: durante la manifestazione, verrà infatti promossa una campagna di sensibilizzazione, rivolta a tutti i visitatori dell’evento, affiancata da un convegno, con ospiti regionali. Grande evento, grandi contenuti: un tutto, che, se promuove la risicoltura e l’economia, non dimentica il grande concetto di solidarietà.

Pierantonio Braggio




Pierantonio Braggio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore