ECONOMIA VERONESE | venerdì 20 settembre 2019 06:15

ECONOMIA VERONESE | 07 settembre 2019, 22:38

Da lunedì 9 settembre 2019, in vigore “l’orario invernale”. Confermati prezzi e struttura del servizio di trasporto, nonché rafforzate le attività antievasione e la sicurezza, con nuovi palmari, per i verificatori, e body cam, per gli agenti Civis.

Da lunedì 9 settembre, nuovo orario invernale del servizio di trasporto pubblico urbano ed extraurbano di ATV. Invariati prezzi di biglietti e di abbonamenti, stabili ormai da 7 anni, mentre l’assetto della rete non presenta modifiche strutturali, salve alcune novità. SERVIZIO URBANO DI VERONA: Il percorso della linea 72 (Policlinico- Borgo S. Croce - Quinto) sarà di fatto “spezzato”, in due tronconi: Policlinico - Borgo S. Croce e Borgo S. Croce - Quinto.

Da lunedì 9 settembre 2019, in vigore “l’orario invernale”. Confermati prezzi e struttura del servizio di trasporto, nonché rafforzate le attività antievasione e la sicurezza, con nuovi palmari, per i verificatori, e body cam, per gli agenti Civis.

Ciò, per consentire maggiore regolarità e comfort di servizio, con mezzi più capienti, sulla tratta principale della linea, ove si concentra il massimo della domanda di trasporto. Il servizio, nel tratto Borgo S. Croce-Quinto, in coincidenza con il resto della linea, sarà, invece, effettuato con mezzi di dimensioni più ridotte, necessarie per superare alcuni punti critici della viabilità, in zona est Valpantena. Sempre, per la rete urbana, due integrazioni al servizio, a carattere sperimentale, saranno attivate dall’inizio di novembre. La prima riguarda il prolungamento di linea 41, fino a Chievo, nelle fasce orarie 6-9 e 12-14, per consentire ai residenti del quartiere un collegamento diretto con gli ospedali di Borgo Trento e Borgo Roma. La seconda prevede il prolungamento – anch’esso sperimentale – di alcune corse della linea 51,  dall’attuale capolinea, in località Scopella, fino alla sede della Motorizzazione civile, Genovesa,  via Apollo, nella fascia oraria 8.30-12.  NAVETTE PER LE FESTIVITA’: Per supportare il crescente afflusso di visitatori, in Città, durante le festività di fine anno, sarà effettuato, nel prossimo inverno, il collegamento-navetta, con frequenza, ogni 10 minuti, dalle 9 alle 19, sul percorso piazza Bra’ - parcheggi Fiera - Adigeo.  La navetta sarà operativa, nei giorni 16 - 17, 23 - 24 novembre, e tutti i giorn, dal 30 novembre al 24 dicembre, compreso. SERVIZIO EXTRAURBANO: La linea 160 Valeggio-Verona vedrà il prolungamento di 2 coppie di corse, nell’area sud di Valeggio. Nel bacino della Valpolicella, rinforzo della linea 107 (Fosse-S. Rocco-Marano-Verona), con due coppie di corse, al mattino e al pomeriggio da/per Marano. Non vi saranno, invece, visto il numero di utenti insufficiente a giustificarne l’effettuazione, le corse sperimentali aggiuntive da/per Corrubbio, sulla linea 101 ed il prolungamento, anch’esso sperimentale, della linea 102 per S. Lucia-Aquardens.  AREA URBANA DI VILLAFRANCA: verranno aggiornati i percorsi dei bus, per la zona degli istituti scolastici e per la direzione Custoza-Prabiano, a seguito della variazione viabilistica, che entrerà in vigore, con l’avvio dell’orario invernale. È stato  reso più aderente agli orari di entrata e uscita degli istituti, il servizio scolastico per i poli di San Pietro in Cariano e San Floriano. RINFORZI NEL BACINO DEL GARDA: vengono prorogati, a tutto il mese di ottobre. gli orari estivi della linea 483 Peschiera - Garda - Malcesine e della linea 185, il collegamento “veloce”, ogni 2 ore, tra il Capoluogo e le località di Lazise, Bardolino e Garda, senza fermate intermedie. Confermato anche il rafforzamento feriale e festivo della linea 484 Garda-Riva. SERVIZI SCUOLA: Gli stessi – i cui orari sono già stati trasmessi a tutti gli Istituti interessati – saranno attentamente monitorati, durante il periodo di orario provvisorio delle lezioni, per attuare, poi, le modifiche e gli aggiustamenti necessari. CANTIERI DEL FILOBUS: Particolare attenzione sarà dedicata all’avanzamento dei cantieri del filobus, operando le deviazioni necessarie, che saranno puntualmente segnalate sul sito atv.verona.it e con appositi avvisi alle fermate. Considerando, inoltre, che i cantieri riguarderanno zone, come l’area di via San Giacomo e del Policlinico, nel quartiere di Borgo Rom, e quella di via Palladio, allo Stadio, si prevedono significative ripercussioni, sulla viabilità con rallentamenti del traffico e conseguenti ritardi, per le linee degli autobus in transito. SI ALLARGA LA RETE DI VENDITA: Cresce, a ritmo del 30% l’anno, il numero dei clienti ATV, che scoprono la comodità della biglietteria on line del portale atv.verona.it, per acquistare o rinnovare il proprio abbonamento o acquistare la Mover Card. ATV allarga la rete di quest’ultimi, con 8 “Mover Point”, dove è ora possibile acquistare, oltre che i biglietti, anche gli abbonamenti plurimensili e annuali. Sono, inoltre, operative due nuove emettitrici automatiche, nell’area di piazzale XXV Aprile.  INFO SU SITO WEB, APP E SOCIAL: I nuovi orari sono già disponibili, sul sito atv.verona.it, assieme a tutte le altre informazioni utili riguardanti i servizi scolastici, le diverse tipologie di abbonamento, prezzi, elenco delle rivendite, contatti, news aggiornate su deviazioni e modifiche al servizio. Per avere a portata di smartphone tali informazioni, basta scaricare l’app InfoBusVerona, dotata anche della funzionalità “real time”, che consente all’utente, in attesa del bus, di visualizzare in tempo reale, la posizione del mezzo pubblico, con l’indicazione dell’effettivo tempo che manca, all’arrivo in fermata. Seguendo i profili Facebook, Istagram e Twitter AtvBusVerona, è possibile restare aggiornati sulle ultime novità, informazioni utili e curiosità ATV. TECNOLOGIA IN CAMPO PER POTENZIARE I CONTROLLI ANTIEVASIONE: Vengono introdotti nuovi strumenti tecnologici, mirati a migliorare l’efficacia dei controlli antievasione sugli autobus e la sicurezza degli operatori. Palmari multifunzione, in dotazione ai verificatori, già dai prossimi giorni,  semplificheranno molte operazioni “manuali” e di una “body cam” impiegano le  guardie della Civis, come deterrente per situazioni potenzialmente pericolose. I nuovi palmari saranno costantemente collegati alle banche dati aziendali, talché gli operatori avranno subito disponibili tutte le informazioni sull’utente controllato, quali generalità, foto, abbonamenti acquistati ed eventuali sanzioni precedenti. I palmari sono, inolt, dotati di una stampante, per l’emissione immediata della sanzione, e di un lettore PO, che consente di ricevere i pagamenti, con bancomat o carta di credito. Le body cam, danno ottimi risultati di prevenzione verso situazioni di potenziale rischio, mettendo gli operatori in condizione di lavorare, con maggiore sicurezza e verranno estese anche agli accertatori ATV. “Migliorare l’attività di verifica, renderla più sicura ed affidabile per i nostri operatori e per gli utenti, accrescere la deterrenza, nei confronti degli abusivi e dei malintenzionati: queste sono esigenze prioritarie, che troveranno una concreta attuazione grazie a questi nuovi strumenti digitali in dotazione al nostro personale” – commenta Massimo Bettarello, presidente di ATV. “In particolare” – prosegue il Presidente – “oltre a rendere più rapide le operazioni sul campo, riducendo quindi l’impatto dei controlli sui tempi di percorrenza del servizio, siamo certi che l’adozione di queste nuove tecnologie porterà anche vantaggi economici immediati, per l’azienda. Il flusso dei dati, immessi dai palmari, direttamente nei nostri sistemi, permetterà infatti di snellire tutta l’attività di back office, eliminando le operazioni di registrazione manuale dei verbali. Viene, inoltre, ridotto il rischio di errori nella compilazione delle sanzioni, che possono determinarne l’annullamento. Saremo, quindi, nella condizione di abbassare i costi di gestione del processo e di liberare risorse interne da dedicare ad attività più produttive”. “Lo scopo dell’impiego delle body-cam” – aggiunge il direttore generale di ATV, Stefano Zaninelli – “è di attivare gli apparati, in  caso di aggressione e/o in presenza di soggetti particolarmente facinorosi, che potrebbero mettere a repentaglio l’incolumità dell’operatore, impegnato nelle operazioni di verifica, a bordo dei bus. Pertanto, la visione delle immagini, che sarà limitata agli eventi descritti, sarà messa a disposizione delle Forze di Polizia, in caso di potenziali reati. Ricordo, poi, che l’impiego di queste apparecchiature va ad integrare i sistemi di videosorveglianza già presenti, su tutti i mezzi urbani e su gran parte della flotta extraurbana di ATV”. Dalla tecnologia arriverà, dunque, un valido aiuto nel contrasto al fenomeno dell’evasione, nei confronti del quale, già negli anni scorsi, ATV ha innalzato il livello di guardia, ottenendo concreti risultati e confermati dai numeri, come sottolinea ancora il direttore Zaninelli: “I dati di bilancio evidenziano, ancora una volt, la crescita degli introiti delle vendite dirette di biglietti (+5,5%) e di abbonamenti (+3%), per un incremento complessivo di 1,3 milioni (+4,2%), rispetto all’anno precedente. Un risultato sicuramente frutto, oltre che all’impegno e della professionalità dimostrati dal personale ad ogni livello, anche dalle azioni a contrasto dell’evasione e dal servizio di vendita dei biglietti da parte degli autisti, attività che genera benefici. sia alle vendite a bordo, che alle biglietterie”. Nel corso del primo semestre del 2019, sono stati circa 300 mila i passeggeri controllati e oltre 16 mila le sanzioni comminate, per una percentuale di evasione del 5%, in linea con lo stesso periodo dell’anno precedente. “I numeri ci dicono che si tratta di un fenomeno sotto controllo” – conclude il presidente Bettarello – “ma il contesto socio economico, sempre più problematico, con il quale si deve confrontare il nostro servizio, ci impone di dedicare la massima attenzione e ogni risorsa disponibile, per circoscrivere l’area dell’abusivismo, in primo luogo, per un senso di rispetto nei confronti delle persone oneste, che fanno sacrifici considerevoli, per pagare il biglietto o l’abbonamento, per sé e i propri familiari”.

Pierantonio Braggio

 

 

 

 

 

Pierantonio Braggio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore