CONSULENZE e INIZIATIVE | venerdì 20 settembre 2019 06:14

CONSULENZE e INIZIATIVE | 03 settembre 2019, 11:36

AGEVOLAZIONI FISCALI PER LE POLIZZE CONTRO I DANNI DA EVENTI CALAMITOSI.

La Legge di Bilancio 2018 ha introdotto importanti agevolazioni fiscali per le polizze contro i danni derivanti da eventi calamitosi (Legge 27 dicembre 2017 n.205 - supplemento ordinario n. 62/L alla Gazzetta Ufficiale, serie generale n°302 del 29/12/2017). Verificate qui sotto se può essere di aiuto questa consulenza dell'agenzia di Cattolica VR - EST.

AGEVOLAZIONI FISCALI PER LE POLIZZE CONTRO I DANNI DA EVENTI CALAMITOSI.

Verificate  qui  se può essere di aiuto questa consulenza dell'agenzia di Cattolica VR - EST. L' esenzione di imposta per le assicurazioni contro gli eventi calamitosi; introduzione, ai fini IRPEF, della detrazione dall’imposta lorda pari al 19% per i premi assicurativi aventi per oggetto il rischio di eventi calamitosi stipulate relativamente a unità immobiliari ad uso abitativo.
L’articolo 1, comma 769, della Legge di Bilancio 2018 ha integrato l’elenco delle coperture esenti dall’imposta di cui all’allegato C alla legge n. 1216 del 1961 prevedendo anche le assicurazioni “contro i danni derivanti da eventi calamitosi di qualunque specie”.
L’aliquota di imposta in precedenza dovuta per tali tipi di coperture era del 22,25%.
Sono interessati dalle agevolazioni i contratti che assicurano unità immobiliari ad uso abitativo emessi a decorrere dal 1° gennaio 2018 e i contratti che a tale data risultano in corso con clausola di tacito rinnovo.
Si tratta di un’importante novità che può offrire interessanti opportunità commerciali nell’ambito del settore Retail (Famiglie e Fabbricati).
Hanno dunque diritto alla detrazione:
- le polizze Multirischi Abitazione con contraente persona fisica ove l’uso del bene assicurato sia destinato a finalità abitativa;
-le polizze Globale Fabbricati, con contraente sia persona fisica che giuridica, ma solo per la quota parte di premio riferita ad unità immobiliari ad uso abitativo.
Nei casi, quindi, di polizze stipulate per il condominio da parte di un amministratore, o da chi ne fa le veci, sarà onere di quest’ultimo comunicare ai singoli condomini aventi diritto la relativa quota parte del premio detraibile.
Analogamente a quanto già in essere per le polizze infortuni, l’importo del premio detraibile sarà indicato esclusivamente “per gli usi e in conformità di quanto previsto dalla normativa fiscale vigente”, intendendosi che la Compagnia non deve essere ritenuta responsabile di un eventuale uso improprio, di quanto certificato, da parte del soggetto Contraente. L’importo detraibile si troverà evidenziato nel simplo di polizza in caso di nuove emissioni, e nella quietanza in caso di polizze a rinnovo.  
 
La detraibilità per i casi previsti dalla normativa è diventata tangibile dal 2019 in sede di dichiarazione dei redditi 2018, in quanto l’esenzione d’imposta trova applicazione sui premi versati sin dal 1° gennaio 2018. Pertanto, con riferimento a quanto eventualmente già pagato per la polizza (se presenti alcune delle garanzie catastrofali di cui sopra), l’assicurato ha diritto sin d’ora al rimborso delle imposte già versate sulla componente di premio relativa ai danni derivanti dai rischi catastrofali, in quanto non risultano più dovute ai sensi della citata Legge di Bilancio 2018.

Giuseppe V.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore