ECONOMIA VERONESE | venerdì 20 settembre 2019 06:08

ECONOMIA VERONESE | 20 agosto 2019, 09:18

50° anniversario – 1969 - 2019 – di rifondazione del Sovrano e Nobilissimo Ordine dell’Amarone e del Reciòto, S.N.O.D.A.R., Sant’Ambrogio di Valpolicella, Verona. Festeggiamenti, dal 6 all’8 settembre 2019.

Importante è sapere, come, giustamente, sempre, si narri che, nell'aprile 1320, nel fastoso castello di Marano, presso l’antico tempio di S. Maria della Valverde, Federico della Scala, conte di Valpolicella, abbia proceduto alla solenne investitura dei primi Cavalieri del Reciòto – specialissimo, dolce vino da autoctone ed appassite uve della contea – alla presenza di fedelissimi cavalieri e di dignitari prestigiosi. Il 7 aprile 1969, riprendendo tale storica tradizione, con preciso cerimoniale e nello stesso luogo, sono stati investiti i Maestri Equestri del Sovrano e Nobilissimo Ordine dell’Antico Reciòto – successivamente, anche dell’Amarone – mentre il 1° Maggio 1969, a Pedemonte, è stata costituita ufficialmente la “Contea del Vino della Valpolicella”, che, come in antico, abbraccia il territorio, dato dai cinque Comuni della vallata e cioè: Negrar, Marano, Fumane, San Pietro in Cariano e Sant’ Ambrogio.

50° anniversario – 1969 - 2019 – di rifondazione del Sovrano e Nobilissimo Ordine dell’Amarone e del Reciòto, S.N.O.D.A.R., Sant’Ambrogio di Valpolicella, Verona.  Festeggiamenti, dal 6 all’8 settembre 2019.


Una breve, ma necessaria premessa, quella che precede, che fa comprendere, come sia, quindi, assolutamente doveroso celebrare il 50° anniversario di rifondazione dell’antico S.N.O.D.A.R. In occasione del quale, il suo presidente e gran maestro, Arnaldo Semprebon, mentre segnala, con orgoglio, che i festeggiamenti del “50°” si terranno dal 6 all’8 settembre 2019, afferma e auspica che “gli incontri – del 50° – saranno motivo, per rivisitare le prestigiose ed antiche origini del nostro Sodalizio, le cui radici affondano nel periodo di Federico, signore Della Scala, e di gustare momenti storici, culturali e culinari della Contea della Valpolicella e per festeggiare, assieme, il prestigioso traguardo, da cui partire, per nuove ed ancora più ambiziose sfide”… Il programma del grande evento prevede: – il 6 settembre, venerdì: alle 15,00, la visita alla Villa della Torre Allegrini, Fumane; visita, alle 17,30, alla Cantina Tommasi, Pedemonte, Valpolicella; alle, 21,00, esibizione di Cori nella Pieve di San Floriano; – sabato 7, ore 9,30: visita alla Suola d’Arte di Sant’Ambrogio di Valpolicella; ore 11,00, visita alla Cantina Masi, Gargagnago; ore 12,00, visita alle Possessioni Serègo Alighieri; ore 13,00, pranzo a buffet; ore 15,30, visita al Consorzio per la Tutela dei Vini della Valpolicella, nella Villa Brenzoni Bassani, Sant’Ambrogio di Valpolicella; ore 16,00, Convegno sul tema “Vite e vino in Valpolicella”; ore 20,30, cena elegante, presso il Ristorante Enoteca della Valpolicella, Fumane. – Domenica 8: ore 10,00, Santa Messa solenne, nella Pieve Romanica di San Giorgio di Valpolicella; ore 11,00, cerimonia d’investitura di Cavalieri e di Commendatori, nel Chiostro della Pieve; ore 13,00, pranzo di gala, nel Ristorante “Borgo Antico” di Villa Quaranta, Ospedaletto di Pescantina, e, alle ore 16,30, brindisi di commiato, con consegna d’un ricordo della manifestazione. Tutto, dunque, per ricordare la storia, la tradizione, per rendere omaggio ad una terra feconda e ai suoi coltivatori ed ai suoi vini, che costituiscono un comparto importantissimo, nel settore dell’export e, quindi, dell’economia veronesi.

Pierantonio Braggio




Pierantonio Braggio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore