ECONOMIA VERONESE | martedì 20 agosto 2019 23:31

ECONOMIA VERONESE | 03 agosto 2019, 10:33

ACTION DAY: I RISULTATI

Giovedì 18 luglio, su tutto il territorio nazionale, si è svolta una giornata, denominata Action Day, dedicata al contrasto all’abusivismo commerciale ed alla contraffazione. L’attività ha coinvolto circa 11.200 donne e uomini della Polizia di Stato, dell’Arma dei carabinieri, della Guardia di finanza, del Corpo delle Capitanerie di porto e delle Polizie locali che, coordinate dalle autorità provinciali di pubblica sicurezza (prefetti e questori), hanno controllato centri storici, litorali, arterie nazionali e locali, laboratori, mercati ed aree commerciali. Sono stati inoltre monitorati i negozi “virtuali” nell’ambito delle reti sociali.

ACTION DAY: I RISULTATI


L’Action Day, che si affianca all’attività di prevenzione e di repressione quotidianamente effettuate dalle forze dell’ordine, si è svolto nel contesto delle direttive del ministero dell’Interno e del Piano strategico nazionale 2018/2020 varato dal Consiglio Nazionale per la Lotta alla Contraffazione ed all’Italian Sounding, che con la legge 58 del 28 giugno 2019 (art. 36, comma 6) ha preso il posto del Consiglio Nazionale Anticontraffazione. Tale ultima normativa ha ribadito come la contraffazione, l’abusivismo commerciale e la pirateria multimediale siano forme di criminalità economica che attirano sempre di più gli interessi delle organizzazioni di stampo mafioso, sottraendo risorse al mercato legale e con ripercussioni pure sulla salute dei cittadini.

Durante gli interventi, supervisionati dalla Direzione centrale della Polizia criminale (che cura l’analisi ed il monitoraggio interforze anche mediante l’impiego di programmi informatici che alimentano le banche dati dedicate alla geolocalizzazione dei fenomeni criminali di maggiore diffusione), sono state controllate 25.556 persone (15 quelle arrestate ed 886 quelle denunciate a piede libero), di cui 1.436 sanzionate amministrativamente. In totale, sono stati effettuati 622 sequestri penali e 1.317 sequestri amministrativi, in modo particolare nei settori dell’abbigliamento, dell’elettronica e dell’informatica. Particolarmente significativi, poi, i sequestri di prodotti agroalimentari, medicinali e giocattoli potenzialmente pericolosi per la salute e la sicurezza degli adulti e dei minori.

In termini numerici, sono stati sequestrati 2.569.896 articoli ed altre merci per un peso complessivo di 3.903 chili ed un ammontare di 594 litri. La particolare attenzione rivolta al commercio on line, inoltre, ha consentito l’oscuramento di 51 siti internet e la rimozione di 57 contenuti web.

Scendendo nello specifico della provincia scaligera, l’Action Day ha visto il coinvolgimento Advertisementdi 61 unità della Polizia di Stato, 75 militari dell’Arma dei carabinieri ed 11 della Guardia di finanza, ai quali si sono aggiunti 18 vigili della Polizia locale di Verona e 29 delle Polizie dei comuni di Bardolino, Brenzone, Bussolengo, Castelnuovo del Garda, Garda, Lazise, Malcesine, Peschiera, Sona e Valeggio sul Mincio.

Nel complesso, sono state controllate 437 persone (122 straniere), di cui una arrestata (un libanese in possesso di quasi 10 grammi di cocaina), quattro denunciate a piede libero e 47 sanzionate in via amministrativa. I sequestri sono stati 23 ed hanno consentito di sottrarre al mercato illegale 2.135 prodotti, tra cui 228 articoli di abbigliamento di marchi contraffatti.



.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore