ANNUNCI E VARIE | mercoledì 16 ottobre 2019 07:44

ANNUNCI E VARIE | 18 giugno 2019, 19:24

Fieragricola, Verona – prossima edizione: 29 gennaio -1 febbraio 2020 – promuove l’economia circolare. Il futuro della zootecnia, tra semine, benessere e rinnovabili.

 Fieragricola è per la «Blue economy» e, per il primo evento «live», sceglie il contatto diretto con agricoltori e operatori delle filiere zootecniche e delle fonti rinnovabili, «Blue economy» perché è strumento chiave per migliorare la redditività e ridurre l’impatto ambientale della zootecnia.

Fieragricola, Verona – prossima edizione: 29 gennaio -1 febbraio 2020 – promuove l’economia circolare.  Il futuro della zootecnia, tra semine, benessere e rinnovabili.


«Le opportunità per declinare concretamente i concetti di sostenibilità economica, ambientale e sociale ci sono – afferma Luciano Rizzi, Area manager Agriexpo & Technology di Veronafiere –. Anche a Fieragricola, in programma a Veronafiere dal 29 gennaio all’1 febbraio 2020, proporremo un nuovo modello di agricoltura, in grado di rispondere contemporaneamente alla necessità di ridurre gli input e promuovere un ciclo virtuoso dei rifiuti». Ospita l’evento di Fieragricola Cila, Cooperativa intercomunale lavoratori agricoli, di Novellara, Reggio Emilia, che conta fra le più significative cooperative agro-zootecniche dell’Emilia-Romagna, con una storia di oltre 100 anni, con ottimi risultati e positivi risvolti sul territorio. L’evento «live» di Fieragricola evidenzia le «Tattiche di economia circolare nella zootecnia da latte», tenuto conto che che la Blue economy sarà uno dei temi chiave della 114ª edizione della rassegna internazionale dell’agricoltura e della zootecnia. «L’economia circolare – spiega il professor Fabrizio Adani, Università di Milano – è oggi uno dei pilastri per migliorare la sostenibilità ambientale, economica e sociale dell’agricoltura, ma per ottenere risultati apprezzabili il comparto deve cambiare il proprio paradigma e allearsi con sistemi di reti, di dialogo e di collaborazione in cui gli operatori della filiera agricola e agroalimentare possano dialogare, con benefici sull’intera comunità». Importante, dunque, il continuo aggiornamento, a contatto di reti-realtà

produttive già fortemente navigate, in fatto di applicazione dell’innovativo, per creare risparmio energetico, energia – pulita –, relativo ricavo e rispetto dell’ambiente. Veronafiere e Fieragricola offrono buone opportunità in tal senso.

Pierantonio Braggio


Pierantonio Braggio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore