ANNUNCI E VARIE | sabato 20 luglio 2019 06:11

ANNUNCI E VARIE | 15 giugno 2019, 11:52

ATV, Verona, e il “Bus Tour ‘Lago di Garda-Valpolicella’ ”

Una nuova ed ottima opportunità, per veronesi e turisti, per conoscere il nostro Territorio ed i suoi prodotti. Partenze, alle ore 9,30 da Peschiera e da altre località successive.

ATV, Verona, e il “Bus Tour ‘Lago di Garda-Valpolicella’ ”

ATV, Verona, sempre vivace e attiva, segnala – che è già in vigore l’orario estivo 2019 dei bus urbani ed extraurbani; – che, in concomitanza, con l’orario estivo, entrano in servizio 11 nuovi autobus extraurbani, con moderno comfort e alta sicurezza in viaggio, e – che è cessato il prolungamento della linea 41, fino a Chievo, mentre propone una straordinaria novità, per veronesi e turisti… Un’innovazione, attesa, da chi ama il bello e la propria terra, e che corrisponde, quindi, perfettamente a quanto è necessario, per valorizzare i migliori aspetti, del fecondo e sorridente territorio veronese e, in questo caso, della Valpolicella. Era questa un’esigenza, molto sentita, sia dalle attività economiche, sia, dai cittadini di Verona, che dai numerosi turisti, presenti, particolarmente, sul Garda. Copre, dunque, egregiamente tale necessità il progetto, già in essere, che si autodenomina, con le sole quattro parole: BUS TOUR LAGO-VALPOLICELLA. Ossia, una linea, che, partendo da Peschiera, Lago di Garda, farà conoscere aspetti del Lago di Garda stesso, ma, soprattutto la verde, Valpolicella, con le sue tradizioni, con la sua arte, con la sua cultura e con la sua enogastronomia, caratterizzata dalla varietà e dall’eccellenza dei suoi noti vini. Un autobus confortevolissimo e rapidissimo, nel raggiungere le varie località in programma, porta il visitatore nei punti più interessati della Valpolicella, in modo, che all’utente non resti che serenamente osservare, sempre con tanto di guida, ammirare e degustare, tornando, quindi, al luogo di partenza, con un alto bagaglio d’ottimi ricordi e culturale. Tale grande novità 2019, del tutto inedita, è data, come sopra cennato – ci ripetiamo, ma, le cose ripetute giovano – da una linea, qu a studiata vocazione turistica, che offre la possibilità di un’escursione alla scoperta delle ricchezze storiche, artistiche, naturalistiche ed enogastronomiche della straordinaria Valpolicella, con un percorso dettagliatamente prefissato e puntuale. Il quale prevede visite ‘guidate’ all’austriaco Forte Wohlgemuth (1855), in quel di Rivoli Veronese, all'antichissima Pieve di San Giorgio di Valpolicella e a rinomate cantine della zona, con illustrazione di vini e relativa degustazione. Il tour – che si attiva ogni martedì ed ogni giovedì – inizia, si diceva, alle 9.30 da Peschiera, ferma a Lazise (9.55), a Bardolino (10.05), a Garda (10.15), a Costermano (10.25) ed arriva a Rivoli, Forte Wohlgemuth, alle 10.40. Dopo la visita alla fortezza, alle ore 12.00, raggiunto San Giorgio di Valpolicella, vi si visitano la Pieve (VII sec. d.C.) – la quale conserva il “ciborio”, che risale ai tempi di Liutprando, re dei Longobardi, e al vescovo veronese Domenico, il relativo chiostro ed il Museo; per le ore 13.00, è previsto il pranzo – incluso nel prezzo dell’escursione, di 50.-€ – presso un ristorante tipico in San Giorgio. Alle 14.30, si sarà accolti in un verde vigneto – con tanto di uva, in settembre – e in una cantina con degustazione vini. Il rientro, al punto di partenza, è previsto per le 16.30, attraverso, come dianzi preannunciato, suggestivi paesagg, caratterizzati da vigneti, romantici edifici, cantine e antiche dimore. La linea sarà attiva, fino al 26 settembre 2019, escluso il giorno di Ferragosto. Chi parteciperà all’escursione descritta, potrà dirsi certamente soddisfatto, perché avrà preso visione di tre punti essenziali – non sono escluse, in futuro, crediamo, possibili varianti – caratterizzanti la Valpolicella, con un’escursione breve, non creatrice delle preoccupazioni, talvolta, procurate anche da una semplice uscita, ma, fortemente apportatrice di conoscenza e, al tempo, di soddisfazione. Una positiva prova di quanto sopra ci è stata data da una nostra visita ad hoc, durante la quale, massima è stata l’attenzione, da parte delle guide locali, e magistrale la spiegazione in fatto di produzione viticola e vinicola – in parte, addirittura sotto fecondo vigneto, di settant’anni, di Corvina e di Corvinón, i vitigni delle uve, adatte, assieme a Rondinella e Óseléta, alla produzione di Reciòto e di Amarone, e, in parte, in cantina – accompagnata da degustazione guidata, nell’Azienda Recchia, Jago di Negrar, Verona. Complimento, certamente, ma, è quanto desidera il turista, particolarmente, tedesco, austriaco, svizzero…, cui, oltre ad un buon vino, interessa osservare, de visu, il paesaggio, il territorio, le viti, la fresca uva, conoscerne il nome e vedersi illustrato il procedimento della produzione vinicola, dalla vendemmia, dalla scelta dei grappoli – spargoli o serrati, ossia, compatti –, dall’appassimento in fruttaio, alla pigiatura, per giungere all’affinamento e all’imbottigliamento. Questo, per una degustazione meditata e cosciente, magari davanti allo schermo televisivo, del pregiato nettare della Valpolicella. “Bus Tour ‘Lago di Garda-Valpolicella’ ”: un’iniziativa indovinata e dalle grandi prospettive…

Pierantonio Braggio


Pierantonio Braggio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore