ECONOMIA VERONESE | sabato 24 agosto 2019 16:30

ECONOMIA VERONESE | 06 giugno 2019, 00:45

Costo della vita: Padova la città più cara in Veneto

Italia, ma quanto mi costi? Si parla di un dato che dipende sempre dalla città in cui si vive, ma in ogni caso le buone notizie rimangono in genere poche. Sono diverse infatti le città italiane che, secondo quanto sostenuto dalla ricerca condotta da Numbeo, si sono distinte nella classifica di quelle con il più alto costo della vita anche su scala mondiale. D’altronde, le famiglie italiane lo scorso anno hanno subito una vera e propria stangata in termini di carovita, e se anche città come Firenze ha decisamente pochi eguali in Italia e nel mondo, è anche vero che Padova figura come quarta nella classifica italiana e prima in Veneto per aumento relativo dei prezzi.

Costo della vita: Padova la città più cara in Veneto

Veneto: Padova è la città più costosa


Stando ai dati misurati da Numbeo ed elaborati dal Sole 24 Ore infatti, Padova spicca fra le prime posizioni delle città più care non solo del Veneto, ma anche della Penisola. Lo dicono i numeri, visto che la città è riuscita a conquistare un punteggio pari a 73,49 su 100: un valore che le ha permesso di collocarsi poco sotto al podio, dunque in quarta posizione. La buona notizia, comunque, è che almeno in tre hanno fatto peggio: di conseguenza, i padovani possono consolarsi con la certezza che in Italia c’è chi spende di più per vivere.


E sebbene fortunatamente il Veneto per ora non risulti ancora tra le regioni con la maggior crescita relativa del costo della vita, Padova riesce comunque a conquistarsi il primo posto seguita, poche posizioni più in là, da Vicenza. All’interno di questo quadro, non va meglio nemmeno per quanto riguardo il costo della spesa, dato che la città del Santo sembra non essere presente nell’elenco delle città della regione più economiche, figurando infatti al primo posto Treviso (in tutta Italia) seguita da Rovigo, Vicenza, Venezia e Verona. Fortunatamente però, in un campo come questo è possibile migliorare seguendo semplicemente dei giusti accorgimenti.


Il Veneto è caro, ma si può risparmiare


Se da un lato quindi la nostra regione si configura come una tra le più care, dall’altro quando si parla di spesa alimentare è comunque possibile risparmiare: basta infatti solamente seguire qualche regola di buona condotta. In primo luogo, non bisogna sottovalutare il risparmio portato dalla scelta di fare la spesa al discount: Aldi, ad esempio, nell’ultimo anno è riuscito a crescere garantendo una buona presenza su tutto il nostro territorio. Oltre a ciò, conviene sempre recarsi al supermercato con una lista della spesa pronta che comprenda solamente le cose necessarie, per evitare di comprare prodotti inutili. Da questo punto di vista, potrebbe essere una buona abitudine anche annotare i vari quantitativi o le marche dei prodotti, in modo da limitare ancora di più la spesa. Anche optare per l’acquisto di prodotti di stagione, e magari provenienti anche dal nostro territorio, può essere un ottimo metodo non solo per risparmiare e aiutare l’ambiente, ma anche per favorire la crescita delle coltivazioni tipiche regionali. Infine, ricordate sempre di non lasciarvi mai ingannare da un prodotto solo perché presenta un marchio prestigioso: a volte i prodotti della marca del vostro supermercato possono avere la stessa qualità di altri provenienti da aziende più famose.


Vivere in Veneto, e a Padova in particolare, costa: non toglie però che esistano diversi metodi per abbattere le spese, soprattutto quelle alimentari. (Inf.pub)


S.W.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore