ECONOMIA VERONESE | domenica 16 giugno 2019 11:48

Cerca nel web

ECONOMIA VERONESE | 01 giugno 2019, 08:31

54° Marmomac, salone internazionale dedicato a marmo, tecnologie e design, 2019. A Veronafiere, sempre più digitale ed internazionale, da

La 54ª edizione del più importante salone mondiale, dedicato a marmi, graniti, tecnologie di lavorazione,ne, design applicato e formazione è stata ufficialmente presentata, a Milano, dal presidente e dal direttorere generale di Veronafiere, Maurizio Danese e Giovanni Mantovani, Stefano Ghirardi, presidente Rete Pietra Naturale Autentica (PNA), Raffaello Galiotto, designer, curatore, con l’architetto Vincenzo Pavan del Padiglione Stone Theatre e dal giornalista Giorgio Tartaro.

54° Marmomac, salone internazionale dedicato a marmo, tecnologie e design, 2019.                                                                                                                        A Veronafiere, sempre più digitale ed internazionale, da

Marmomacc dà evidenza ad una filiera, che nel 2018 ha realizzato, a livello global, oltre 18 miliardi di interscambi e vede l’industria italiana ai primi posti, per il valore aggiunto in fatto di produzione, che ha superato l’anno scorso i 4 miliardi di euro, dei quali, il 73%, realizzati grazie all’export. Grande il profilo d’internazionalità dell’evento, confermato dalla presenza, nell’edizione 2018, dal 62% delle 1.616 aziende espositrici e dei 68.000 operatori, provenienti dall’estero, da 150 nazioni del mondo. “Marmomac costituisce, oggi, la piattaforma di riferimento per l’incontro dei professionisti del sistema-marmo internazionale, in cui, il nostro Paese riveste un ruolo guida – afferma Maurizio Danese, presidente di Veronafiere –.  L’obiettivo di Veronafiere è consolidare la leadership di questo brand, grazie agli indirizzi del nuovo piano industriale al 2022, che prevede investimenti di 105 milioni di euro, finalizzati anche alla crescita dei nostri format di maggior successo”. Una rassegna di massimo successo, ogni anno sempre più ampia e significativa, frequentata dal fior fiore di operatori, in una Verona, madre del marmo e della sua lavorazione.

Pierantonio Braggio
 

Pierantonio Braggio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore