ECONOMIA VERONESE | domenica 16 giugno 2019 11:39

Cerca nel web

ECONOMIA VERONESE | 20 maggio 2019, 12:52

Cassa Depositi e Prestiti. Inaugurata la sede di Verona, dal ministro Matteo Salvini. Primo centro decentrato del Gruppo, sarà seguito da altri, a Genova, Napoli, Palermo, Bari e Torino. Sfide per il “Modello Nord-Est”.

Cassa Depositi e Prestiti si rinnova e si decentra, onde essere attiva nel territorio, secondo un nuovo modello integrato, di supporto alle imprese, anche di media e piccola dimensione, e agli Enti locali, giovandosi della collaborazione di specializzati nell’offerta dei propri prodotti, miranti al migliore sviluppo economico, export compreso, quali finanziamenti, garanzie, venture capital, private equity.

Cassa Depositi e Prestiti. Inaugurata la sede di Verona, dal ministro Matteo Salvini. Primo centro decentrato del Gruppo, sarà seguito da altri, a Genova, Napoli, Palermo, Bari e Torino. Sfide per il “Modello Nord-Est”.

Tutto questo, ma, anche consulenza finanziaria e tecnica per infrastrutture, innovazione e riqualificazione urbana, nonché di sviluppo sostenibile del territorio, nel quadro della concretizzazione di un apposito piano industriale 2019-2021, che prevede l’impiego di 25 mld di euro. Tale rafforzamento, quindi, della presenza territoriale – per gli Enti locali, non mancheranno anticipazioni di liquidità, rinegoziazioni di mutui, soluzioni per la digitalizzazione dei pagamenti ed efficientamentio energetico – valorizzerà pure sinergie con banche e istituzioni locali. Quindi, perché Verona? Scrive Cassa Depositi e Prestiti: ”Verona rappresenta un centro nevralgico del sistema produttivo del Nord-Est ed è snodo strategico di collegamento, con il resto d’Europa. Per tale motivo, la nuova sede sarà punto di riferimento di un’area, che, ben oltre i confini regionali, servirà anche le provincie di Vicenza, Bolzano, Trento e Mantova. Il distretto di Verona, inoltre, si caratterizza per l’elevata presenza di distretti industriali di primaria importanza, all’interno dei quali, stanno emergendo aziende leader, in grado di trainare la catena dell’indotto e rafforzare le filiere produttive. Cassa Depositi e Prestiti intende, dunque, accelerare questo processo virtuoso di consolidamento delle filiere, con beneficio importante per l’economia nazionale”. Quanto al Nord-Est, informa CDP Ricerche & Studi: L’analisi del tessuto imprenditoriale dimostra che il Nord-Est, adeguando il suo modello produttivo ai cambiamenti, è riuscito a rimanere un player di primo piano, sia nel contesto nazionale, sia sui mercati internazionali, anche dopo la crisi… Esso produce quasi un quarto del Pil nazionale – circa 400 miliardi di euro nel 2017, e genera un terzo delle esportazioni italiane – 152 miliardi di euro, nel 2018. Le regioni nord orientali presentano un Pil pro capite pari a 34.263 euro, superiore, non solo alla media italiana di 28.494 euro, ma anche a quello dei Paesi dell’Unione Europea, che risulta d’essere di 30.033 euro… Il Veneto, nel periodo 2012-2017, è stata la Regione più dinamica, con un tasso di variazione medio annuo del Pil, pari all’1,0%... Ottima, dunque, l’iniziativa di Cassa Depositi e Prestiti d’impiegare la sua raccolta, nell’economia nazionale. Iniziativa, cui auguriamo successo, nell’interesse del Paese. Ha inaugurato il nuovo, primo sportello decentrato CDP il ministro Matteo Salvini. Pierantonio Braggio rarissimo ministro, da quando abbiamo lontana memoria, che, salutando l’iniziativa di CDP, con viva convinzione, ha anche fortemente e saggiamente sottolineato l’esigenza e la volontà di riduzione di imposte e di burocrazia a famiglie e ad imprese, principali creatori di lavoro e di ricchezza. Contenimento d’imposizione fiscale, del resto, in essere nelle economie più evolute, quale unica soluzione possibile – premessa la riduzione della spesa pubblica – per creare Pil e benessere e contenere, almeno, l’orrendo debito pubblico, che costantemente c’impoverisce, sottraendo liquidità all’economia. Il fatto è, purtroppo, che un conto sono le parole e la buona volontà, apprezzabilissime, ed un conto è l’oscura situazione economico-finanziaria, nella quale ci troviamo e che non permette, almeno per il momento, contrazione di entrate. La sede CDP Verona, si trova in via Giardino Giusti, 2, pa.verona@cdp.it .

Pierantonio Braggio.


Pierantonio Braggio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore