ECONOMIA VERONESE | mercoledì 24 luglio 2019 05:29

ECONOMIA VERONESE | 10 maggio 2019, 12:53

IV edizione di “Che disastro di Boxer”, San Massimo, Verona, 12 maggio 2019. Una chance per i cani abbandonati. All’Happy dog, si parlerà di rieducazione e di adozione.

Parliamo, dunque, di cani, in questo caso, specificatamente, di boxer, ma, in effetti, di cani, in generale, trovati senza padrone… Non si può fare distinzioni, quando ci si trova, d’un tratto, dinanzi ad un cane abbandonato. Un cane, che per anni, è vissuto, con ogni riguardo, ma, che ha anche sempre ricambiato con fida, stretta amicizia, non può essere lasciato a se stesso… Ma, se c’è chi lo abbandona, c’è anche chi lo raccoglie e pensa ad una nuova vita per lo stesso. Certo, i casi sono diversi ed ognuno ha la sua storia. Parliamo di Luna…

IV edizione di “Che disastro di Boxer”, San Massimo, Verona, 12 maggio 2019. Una chance per i cani abbandonati. All’Happy dog, si parlerà di rieducazione e di adozione.

Luna è un cane di razza boxer. Per anni, è uscita, dal recinto d’allevamento, solo per la riproduzione, senza mai correre, giocare,
scoprire il mondo, il mondo dei cani…, per, poi, essere abbandonata, su due piedi, quando si è ammalata. Come lei, tanti altri cani di razze diverse vengono abbandonati o maltrattati, da chi dovrebbe, invece, con riconoscenza, proteggerli: un fenomeno, purtroppo, sempre più forte e presente in Italia. La storia di Luna è, tuttavia, a lieto fine, perché è stata adottata e ha trovato famiglia, ma, non per tutti i cani è così. Per sensibilizzare la cittadinanza, sulla piaga dell’abbandono, ma, soprattutto, sulle adozioni di cani abbandonati, il Comune di Verona promuove una giornata d’incontro e di divertimento, per i cittadini e i loro amici a quattro zampe. Domenica 12 maggio 2019, infatti, nel campo di addestramento ‘Happy Dog’ di via Lugagnano, l’Associazione Rescue Boxer La Fenice, organizza una sorta di gara non competitiva, per cani di tutte le razze e loro proprietari. In palio il titolo di ‘coppia più disastrosa’, in barba alle gare, per professionisti: un modo, per sottolineare che i sentimenti valgono più di qualsiasi titolo, anche nei riguardi di un animale. Per tutta la giornata, dalle 9.30 al pomeriggio, si alterneranno momenti di divertimento e di formazione, aperti a tutti. In particolare, sarà posta l’attenzione sulle realtà, che si prendono in carico i cani abbandonati e maltrattati. Associazioni che, attraverso volontari formati, rieducano i cani, prima di darli in adozione, e che promuovono l’aspetto della consapevolezza. Chi prende con sé un animale, deve sapere a cosa sta andando incontro, sin dall’inizio, richiedendo un cane, infatti, attenzioni e tempo, ma anche rispetto e amore”!. L’iniziativa è stata presentata dal consigliere comunale delegato alla Tutela degli Animali, Laura Bocchi, dal consigliere, Anna Grassi, da Mario Rizzi, responsabile della Sezione di Verona di Rescue Boxer La Fenice, e da Francesco Medea, addestratore cinofilo. “Eventi come questo – ha affermato il consigliere Laura Bocchi – creano la cultura del rispetto agli animali, in linea con la politica dell’Amministrazione.
Purtroppo, la piaga dell’abbandono e del maltrattamento è sempre più
diffusa. Per questo, vanno supportate le Associazioni di volontariato, che
si specializzano sul recupero, sia fisico, che comportamentale, di cani, che
costretti ad iniziare una nuova vita in salita. Un plauso agli organizzatori dell’iniziativa, che divulgano certi temi, con il sorriso e la partecipazione sociale”.
Da notare che Mario Rizzi, era presente alla conferenza di presentazione dell’evento, con la sua boxer Luna, e che la partecipazione all’evento, sopra annunciato, è gratuita. Occorre, comunque, pensare bene all’impegno, che crea la presenza di un animale, in casa – e questo, ancora prima di procurarlo – non dimenticando, al tempo, che la presenza del pur fido amico non dev’essere di disagio a terzi.

Pierantonio Braggio


Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore