ATTUALITA' REGIONALE | mercoledì 24 luglio 2019 11:55

ATTUALITA' REGIONALE | 16 marzo 2019, 14:24

Nella giornata mondiale dell'ambiente si valorizza l'operare di MAIRE TECNIMONT

Ieri era la giornata mondiale in cui i ragazzi hanno manifestato per un futuro del pianeta. Uno degli elementi da tenere sotto controllo per il benessere del pianeta è la plastica e il gruppo Maire Tecnimont, che oggi capitalizza in borsa oltre 1,1 miliardi di euro, con l'impianto di Bedizzole (BS), è uno dei principali player del settore. Inoltre, i numeri del bilancio dicono bene: utile netto 2018 a 117 milioni (+20% rispetto al 2017). Sta facendo investimenti a largo raggio per potenziare la capacità produttiva di questo ambito fino a raggiungere circa 40mila tonnellate di polimeri riciclati.

Nella giornata mondiale dell'ambiente si valorizza l'operare di MAIRE TECNIMONT

La società quotata alla Borsa di Milano   è recentemetne entrata  nel riciclo  meccanico della plastica e si propone al mercato. L'azienda  non solo  ricicla, ma offre anche la tecnologia , tra le più  moderne,  per la realizzazione degli impianti. Lo scopo è quello di contribuire all'obiettivo,  fissato a livello  di UE di 12 mln di ton.,  di aumentare il recupero della  plastica .  Si stima che saranno necessari altri 175 impianti sparsi   in tutta Europa per raggiungere i quantitativi programmati. A questi numeri l'azienda ed i suoi uomini   rispondono con  il programma "Green acceleration" che dovrebbe portare grandi risultati, in primis per gli azionisti,  ma ancor di più, per quanto ci riguarda,  al migliorametno ambientale. Dopo i brillanti risultati d'esercizio che hanno contribuito a far risalire le quotazioni del titolo,  Maire ha individuato in una apposita società del gruppo, la NextChem,  chi si  occuperà  del settore dell'economia circolare. Con un  impianto in quel di Bendizzole - Brescia, cercherà di affrontare il mercato con un impianto di alta tecnologia  che potrà essere seguito da altri impianti nel resto d'Italia. I ragazzi in piazza chiedono  passi concreti per il salvataggio del pianeta, e  Fabrizio D'Amato, presidente del gruppo, assieme a Pier Roberto Folgiero i qualità di AD,  offrono risposte concrete. Se poi ciò aiuta l'azienda,   che in Borsa è tornata vicino ai 3.5 € per azione  con un dividendo annunciato di 0,119   tanto meglio anche per gli investitori. Noi speriamo che  ciò sia di stimolo per riprendere la valorizzazione  dell'economia circolare e delle energie rinnovabili che da sole sarebbero in grado di interrompere  il ciclo negativo delle mutazioni climatiche che in molti asseriscono essere causate dello scriteriato uso di energie fossili.  

em.z.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore