ESPRIME CULTURA | martedì 21 maggio 2019 23:41

Cerca nel web

ESPRIME CULTURA | 10 marzo 2019, 23:32

Arena di Verona Opera Festival 2019: grandi nomi e nuovi talenti

La Sovrintendente, Cecilia Gasdia, il direttore generale Gianfranco De Cesaris e il direttore artistico Stefano Trespidi hanno presentato la prossima stagione areniana, che inizierà il 21 giungo e terminerà il 7 settembre 2019. Le opere in programma sono: Traviata, Aida, Trovatore, Carmen e Tosca, mentre tre saranno le serate speciali.

Arena di Verona Opera Festival 2019: grandi nomi e nuovi talenti


Nel pomeriggio del 5 marzo, al Teatro Filarmonico di Verona, è stato ufficialmente presentato il programma del 97° Arena Opera Festival, che si svolgerà nell’anfiteatro scaligero dal 21 giugno al 7 settembre 2019. La Sovrintendente Gasdia ha presentato le cinque opere in cartellone, dove tra le novità spiccano La Traviata nel nuovo allestimento di Franco Zeffirelli, il debutto areniano del soprano di fama internazionale Anna Netrebko nel Trovatore, qualche piccola modifica all’Aida del 1913, la chiusura di stagione posticipata al 7 settembre e la presenza di tanti giovani nei cast. Numerosi i grandi artisti che si alterneranno in diversi ruoli, tanto da poter considerare ogni serata una prima, con i già citati interpreti di fama mondiale e professori d’orchestra di prim’ordine,
 
Già in mattinata una prima presentazione del Festival Areniano aveva avuto luogo a Milano, nella Sala Puccini del Grand Hotel, dove erano presenti, oltre a Gasdia, il Direttore musicale Daniel Oren e il Sindaco di Verona Federico Sboarina. Stagione presentata dallo stesso sindaco «con grande orgoglio e soddisfazione, la seconda dopo un rilancio fortemente voluto», con la convinta replica della Gasdia, che è sicura che «l’Arena tornerà ad essere “La Scala d’estate”, quando tutte le voci più famose venivano a cantare a Verona».
 
Oltre alle Opere in programma, sono in calendario tre serate evento: Plàcido Domingo 50 Arena Anniversary Night, Roberto Bolle and Friends, e la cantata scenica Carmina Burana.
 
I dati di vendita auspicano una stagione rosea ancor prima di iniziare: ad oggi sono stati venduti quasi 100mila biglietti (23mila spettatori in più rispetto alla passata edizione), e un maggior incasso di 2.300.000 €, il 39% in più del 2018.

F.A.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore