ECONOMIA VERONESE | lunedì 27 maggio 2019 12:21

Cerca nel web

ECONOMIA VERONESE | 01 marzo 2019, 14:47

Il 5% degli italiani paga le bollette in ritardo

Secondo i risultati di un recente report della Banca d’Italia, oggi il 5% dei cittadini italiani paga le bollette in ritardo. Tale fenomeno è strettamente legato al cosiddetto stato di “povertà energetica”, nel quale versano circa 3 milioni di italiani. Sono sempre più numerose, infatti, le famiglie che non riescono a riscaldare in maniera adeguata le proprie abitazioni per via dell’insostenibilità dei costi, con conseguenze immaginabili dal sul loro benessere. Vediamo quindi cosa bisogna aspettarsi nel momento in cui si ritarda il pagamento di una bolletta.

Il 5% degli italiani paga le bollette in ritardo

Ritardi e interessi di mora


È importante capire cosa accade nel caso in cui i pagamenti delle utenze principali (luce, acqua, gas, spazzatura, internet) vadano oltre la data di scadenza indicata in bolletta. Il mancato pagamento comporta la “costituzione in mora” dell’utente: ciò vuol dire che questo riceve un sollecito e, in caso di mancata ottemperanza, rischia di subire il recupero coatto della cifra in questione. Oltre all’intervento delle agenzie di recupero crediti, il mancato pagamento implica una seconda conseguenza: alla somma dovuta al fornitore vengono infatti aggiunti i cosiddetti interessi di mora, che dipendono dal tasso fissato dalla Banca Centrale Europea.


Meglio evitare accumuli controproducenti


Con queste condizioni, quindi, appare chiaro che rimandare i pagamenti per troppo tempo non conviene affatto; provvedere al versamento delle somme dovute mese per mese, anche rateizzando ulteriormente la bolletta, è consigliabile soprattutto per evitare che i vari debiti si accumulino con il passare dei mesi, diventando via via più insostenibili anche a causa degli interessi. Per provvedere al pagamento delle somme dovute ai fornitori è possibile recarsi in banca, all’ufficio postale (in questa utile guida di Facile.it viene spiegato come si compila un bollettino di conto corrente postale), al tabacchi e persino online. Nel caso in cui la bolletta non venga pagata nemmeno in ritardo, invece, le compagnie provvedono alla sospensione del servizio.


E se sono le bollette ad arrivare in ritardo?


Chi non riceve le bollette con il dovuto anticipo per provvedere al pagamento corre il rischio di pagare gli interessi di mora, pur non essendo il diretto responsabile del ritardo del pagamento. Il problema dei pagamenti in ritardo può infatti comportare interessi di mora anche elevati, come abbiamo visto, ed è difficile accertare di chi sia la colpa; a questo proposito l’AGCOM ha tentato di trovare una soluzione utile per tutti, chiedendo all’operatore postale di indicare la data di spedizione della bolletta, in modo da risalire più facilmente alle responsabilità in caso di ritardi(i.p.)

S.W

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore