ECONOMIA VERONESE | lunedì 25 marzo 2019 03:33

Cerca nel web

ECONOMIA VERONESE | 20 febbraio 2019, 17:53

GLI ORI OLIMPICI DELLA CANOA IN GRAN GUARDIA PER PARLARE DI SPORT E DISABILITÀ

L’iniziativa, organizzata dallo Yacht Club Verona, con il patrocinio del Comune, vedrà la presenza di atleti olimpici e ospiti del panorama sportivo italiano. In collegamento da Roma anche il celebre telecronista Giampiero Galeazzi.   Durante la serata sarà proiettata l’emozionante finale olimpica del 1996.   Seguirà la presentazione del progetto “Desire”, nato dall’idea di Daniele Scarpa e della moglie Sandra Truccolo, vittima di un grave incidente, per far vivere il mare a 360 gradi anche a chi è affetto da disabilità.

GLI ORI OLIMPICI DELLA CANOA IN GRAN GUARDIA PER PARLARE DI SPORT E DISABILITÀ

Il giornalista e velista Berti Bruss, storico commentatore della Barcolana, illustrerà invece il progetto “Dis-Equality”, che lui stesso ha sviluppato dopo aver intrapreso una regata lungo le coste italiane nel 2012 insieme a un ragazzo non vedente.

 

Tra i presenti della serata anche Nicole Orlando, atleta con sindrome di Down, nove volte campionessa di atletica leggera.

 

L’evento è stato presentato questa mattina in sala Arazzi dall’assessore allo Sport Filippo Rando e dal presidente dello Yacht Club Verona Claudio Perina.

 

“Discipline come la canoa e la vela – ha detto Rando -, non solo mettono l’uomo a contatto con la natura, ma possono essere praticate da tutti, a prescindere dalle possibilità fisiche. Ecco perché le testimonianze che si susseguiranno nel corso della serata saranno importanti per conoscere i risvolti positivi che questi sport hanno nella vita di tante persone

.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore