ECONOMIA VERONESE | sabato 24 agosto 2019 16:29

ECONOMIA VERONESE | 18 febbraio 2019, 12:25

Festival Lirico dell’Arena di Verona 2019. Dal 21 Giugno al 7 Settembre, si aprirà, con la prima Traviata di Zeffirelli.

La Traviata è stata una delle opere maggiormente amate, da Zeffirelli, nella sua lunghissima carriera di regista, scenografo e costumista, dal lontano 1958. Il suo strettissimo legame con Verona, ha prodotto pure allestimenti indimenticabili di Carmen, Aida, Il Trovatore, Turandot, Madama Butterfly, Don Giovanni e oggi, finalmente, dell’attesissima Traviata. Traviata, che sarà una somma sintesi di quel continuo lavorio intellettuale, sul testo, che ha accompagnato l’artista, durante tutta la sua esistenza e, al contempo, cronistoria di un lungo pensiero, d’immagini, colori e suggestioni sedimentate, negli occhi e nei cuori del pubblico di mezzo mondo. Inoltre, tutti gli attori che hanno voluto questa Traviata, hanno con essa e con il Maestro Zeffirelli un lungo percorso di affettuosa frequentazione professionale e personale.

Festival Lirico dell’Arena di Verona 2019. Dal 21 Giugno al 7 Settembre, si aprirà, con la prima Traviata di Zeffirelli.

Massimo esperto del difficilissimo palco areniano, di cui conosce ogni insidia, con le sue enormità ed immense masse artistiche, ma anche fine interprete delle potenzialità di quello stesso spazio, così prestigioso e intimorente, Franco Zeffirelli, oggi, aggiungerà, dunque, la sua settima produzione al ricco cursus honorum dell’Arena, che si accinge a raccontare la sua gloriosa storia, in un ideale countdown, verso il centesimo festival areniano stringendosi, in un grande abbraccio, ai suoi più preziosi collaboratori di sempre.

Il sindaco di Verona, Federico Sboarina, presidente della Fondazione Arena di Verona, chiosa così l’evento: “Lo strettissimo legame, che unisce il Maestro Franco Zeffirelli con l’Arena di Verona. viene rinsaldato da questa nuova produzione de La Traviata, opera, con cui Fondazione Arena ha deciso di inaugurare il Festival Lirico 2019. Si tratta di una scelta, che vuole celebrare l’arte di questo straordinario regista, che ha saputo far conoscere e amare l’Arena nel mondo, e che proietta la Fondazione verso un futuro di grandi successi. La nuova Traviata del Maestro Zeffirelli sarà, nel mondo della lirica, uno degli eventi artistici del 2019. Un sentito ringraziamento va al Maestro, che ha messo a disposizione la propria abitazione privata a Roma e la sede della sua fondazione a Firenze, per presentare questa Traviata, tra le produzioni più attese in ambito nazionale e internazionale”. Cecilia Gasdia, sovrintendente e direttore Artistico della Fondazione Arena di Verona ricorda : “Nel 1984 il M° Zeffirelli mi sceglieva, giovane ragazza di 24 anni, per interpretare Violetta,  nel suo primo allestimento fiorentino di Traviata. Il suo ritorno a Firenze fu un evento sensazionale. Ed io, oggi, sono orgogliosa, emozionata, commossa e fortunata, dopo 35 anni, di potergli restituire il dono immenso, che mi fece. Questa inaugurazione è un investimento pensato. per garantire un grande futuro per Fondazione Arena, perché sono certa che questa Traviata impreziosirà tante estati areniane nei decenni futuri, come già avvenuto per tutti gli spettacoli di Franco Zeffirelli, a partire dal 1995. Per una Fondazione come la nostra, che ha sempre capitalizzato le produzioni più importanti, soprattutto quelle zeffirelliane, riproponendole come vero e proprio patrimonio estetico e culturale di Verona e dei tanti turisti, che continuamente cambiano il volto al pubblico dell’Arena, anche questa Traviata aggiunge un importante capitolo al patrimonio della Fondazione, i cui risultati si vedranno non solo nel 2019, ma per molti anni a venire.” Nuova stagione, nuove importanti idee, che faranno dell’Arena di Verona, punto di richiamo di musica lirica, ancora maggiormente attraente e interessante, aprendosi la stessa, con la straordinarietà del racconto e dello spartito verdiano, unito alla magistralità della regia di Zeffirelli.

Pierantonio Braggio




Pierantonio Braggio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore