ECONOMIA VERONESE | venerdì 19 aprile 2019 05:12

Cerca nel web

ECONOMIA VERONESE | 23 gennaio 2019, 17:55

Polizia Municipale, Verona. Attività, creazione di sicurezza e rilievi – sulla strada – nell’anno 2018.

La sorveglianza attiva non manca assolutamente e, con la sua serietà e sollecitudine, produce salvezza. Lo dimostra un quaderno di ventotto pagine, folto di dati e di statistiche, che confermano, più che concretamente, come la salutare presenza della Polizia Municipale di Verona, sulle strade cittadine, non manchi e come la stessa sia essenziale, non solo, per i controllo di un traffico, sempre più intenso, ma, per dare la certezza all’utente di tali arterie, che sempre “Qualcuno” sorveglia, regola ed aiuta. Verona, nel giro di pochi anni, si è fortemente estesa e la rete stradale, altrettanto, mentre il traffico è sempre più caotico e, spesso, purtroppo, non attento al rispetto delle regole, rispetto, che significa, massima attenzione alla vita, sia di se stessi, che di tutti coloro, che utilizzano la strada.

Polizia  Municipale, Verona. Attività, creazione di sicurezza e rilievi – sulla strada – nell’anno 2018.

Il quaderno citato propone un quadro completo dell’azione, svolta dalla Polizia Municipale veronese, durante il trascorso 2018, quadro, che, se è vero, che parla con numeri, è anche segno concreto d’interventi e di costruttiva azione. Riportiamo alcuni, fra i menzionati, numerosissimi dati citati, i quali parlano da soli e che, comunque, invitano ad utilizzare la strada con massima attenzione, mai dimenticando che un incidente può creare la morte di chi lo provoca, ma anche di chi viene investito. Parliamo del 2018, dicevamo, e di strade veronesi. Si sono avuti 1705 (nel 2008: 2310) incidenti – soprattutto, dovuti ad autovetture (2079) – dei quali 1232 con lesioni e 473 senza lesioni; di essi, la maggior parte (1195) si è verificata, guarda caso, con buone condizioni meteo; dei coinvolti (4115), in incidenti stradali, un quarto sono stranieri; se 1547 sono stati i feriti, decedute sono 10 persone (nel 2008: 15); incidenti a motociclisti-cicolomotoristI: 695 (2008: 916); ciclisti coinvolti: 210 (2008: 221); pedoni coinvolti 9 (2008: 10), deceduti 4 (2008: 3) – dei pedoni investiti, 16 non usavano le strisce, 3 non davano precedenza ad autoveicolo, 1 camminava irregolarmente, 1 camminava davanti al bus ed 1 usava lo skateboard; gli incidenti, hanno avuto luogo, soprattutto, fra le ore 7 e le 12 (609), fra le 13 e le 18 (624), mentre, non mancano quelli avvenuti fra le 19 e le 23 (311) e fra le 0 e le 6 (161). Incroci, a più alto numero d’incidenti: via Morgagni - via Torricelli, 14 incidenti, via Belgio - via Francia, 9, via Morgagni - via Pacinotti, 8, viale dell’Industria - viale del Lavoro, 7…, molti, dovuti anche al pessimo uso delle rotonde, che vengono raggiunte, addirittura, anche a oltre 100 km/h… Strade con più alto numero d’incidenti: corso Milano, 52, via Unità d’Italia, 40, viale Galliano, 29, via Albere, 28, viale Colombo, 27; via Morgani. 24, viale del Lavoro. 24… Violazioni accertate: velocità inadeguata, mancata precedenza, precedenza a destra, cambio direzione o corsia, alterazione causa alcol e danneggiamento opere/strutture, revisione scaduta, stop e precedenza, mancata precedenza a pedoni, alterazione da droga: 1773. Molti i casi d’omissione e fuga…. Accertamenti sanitari urgenti richiesti 549, dei quali 141 positivi… Un lavoro, quindi attento, curato ed assiduo, quello della Polizia Municiplale. Riflettiamo: cosa succederebbe, se la Polizia Municipale non fosse così omnipresente?

Pierantonio Braggio





Pierantonio Braggio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore