ECONOMIA VERONESE | lunedì 19 agosto 2019 06:54

ECONOMIA VERONESE | 18 gennaio 2019, 12:48

Comune di Verona: razionalizzazione immobiliare e risparmio. Fondazione Arena, nelle ex Scuole Segala, e I Circoscrizione, in Palazzo Barbieri e in Palazzo Pirelli. Le collezioni AMO trasferite alla Gran Guardia.

L’Amministrazione ha elaborato un incisivo progetto di razionalizzazione, nell’utilizzo degli immobili comunali che, coinvolgendo le ex scuole Segala, permette un significativo risparmio, sui canoni di locazione, per gli uffici di Fondazione Arena.

Comune di Verona: razionalizzazione immobiliare e risparmio. Fondazione Arena, nelle ex Scuole Segala, e I Circoscrizione, in Palazzo Barbieri e in Palazzo Pirelli. Le collezioni AMO trasferite alla Gran Guardia.

Il sindaco Federico Sboarina e l’assessore al Patrimonio, Edi Maria Neri, hanno presentato, infatti, il 15 gennaio 2019, un progetto, diretto ad una più corretta utilizzazione di edifici e di spazi e alla creazione di minore spesa. Gli uffici della I Circoscrizione e di altri settori verranno trasferiti in Palazzo Barbieri e presso il vicino Palazzo Pirelli. Negli spazi, che si renderanno liberi dell’ex Segala, troveranno posto gli uffici di Fondazione Arena, ora, allocati in via Roma e in via Manin. In tal modo, il Comune risparmierà i 250.000 euro annui, che esso versa, per Fondazione Arena. Il sindaco Sboarina: ”Alcuni uffici comunali vengono riallocati in palazzi di nostra proprietà, mentre Fondazione Arena potrà godere di nuovi spazi, più funzionali, perché più vicini all’anfiteatro, e a costo zero, per l’Amministrazione. Il trasferimento avverrà nel rispetto dei tempi tecnici necessari, stimati in circa due anni. Il tutto, in un’ottica di ottimizzazione delle spese e di rilancio di Fondazione. Questo, infatti, è un ulteriore intervento a favore del teatro, che già può godere di un contributo comunale, da noi triplicato, pari a 1 milione di euro e che, dal prossimo febbraio, non dovrà più versare al Comune i 480 mila euro di canone, per l’utilizzo di palazzo Forti per il museo Amo”,  le cui collezioni, infatti, verranno trasferite nel Palazzo della Gran Guardia. Iniziativa bene studiata, produttrice di minore spesa e di migliore allocazione, per Fondazione Arena.

Pierantonio Braggio

 

 

Pierantonio Braggio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore