ECONOMIA VERONESE | venerdì 19 aprile 2019 05:15

Cerca nel web

ECONOMIA VERONESE | 17 gennaio 2019, 12:49

Lions International - Lions Club Verona Catullo. Premiati, presso l’Educandato agli Angeli, Verona, gli studenti, che hanno partecipato al concorso “Un poster per la Pace”.

Parliamo di Pace e di Solidarietà: di quella Pace e di quella solidarietà che, nel mondo, e, purtroppo, anche fra semplici uomini, stentano a fare solide radici, pur essendo i massimi elementi, creatori della migliore convivenza.

Lions International - Lions Club Verona Catullo. Premiati, presso l’Educandato agli Angeli, Verona, gli studenti, che hanno partecipato al concorso “Un poster per la Pace”.

Per questo, non resta che coinvolgere i giovani in impegni, che li facciano meditare, sui grandi temi “Pace” e “Solidarietà”. In tale quadro, il Lions Club Verona Catullo ha indetto e sponsorizzato il concorso ”Un poster per la pace”, il cui tema verteva, appunto, sul concetto: ”La solidarietà è importante”. Fra i 123 studenti, divisi in sette gruppi, dell’Educandato agli Angeli, Verona, sono risultati vincitori Maria Vittoria Brunetto, Ginevra Dorizzi, Eva Jalba, Giada Meante, Tommaso Negri, Enrico Stefanelli, Elia Zummo, che hanno ricevuto i relativi premi, il 15 gennaio 2019, dalle mani dell’assessore alla Cultura del Comune di Verona, Francesca Briani. Il presidente del Lions Club Verona Catullo, Paolo Smizzer si è complimentato con l’Istituto agli Angeli, per l’ampia partecipazione di giovani, affermando d’essere rimasto particolarmente colpito dalla creatività e dalla capacità espressiva degli studenti dell’Educandato. “È evidente, come questi giovani custodiscano, dentro di sé, grandi idee, su quello che la pace rappresenta. Sono lieto, d’avere offerto loro, quindi, l’opportunità di condividere questa visione di pace, con gli altri”. Dal 1988, il Lions Club International sponsorizza, attraverso i Clubs locali, il concorso, dianzi descritto, per invitare i giovani a esprimere la loro idea di “Pace”. Concorso, cui partecipano, ogni anno, circa 400.000 giovani a livello mondiale, di età compresa fra gli 11 e i 13 anni. Esso è espressione di uno dei capisaldi dei Lions, che si realizza nel “Creare e promuovere uno spirito di comprensione tra i popoli del mondo”, cui i giovani, attraverso i Lions, contribuiscono con la loro visione di pace, nella speranza che, un giorno, il loro sogno si realizzi. Il Lions Club International è l’organizzazione più grande del mondo, con 1,36 milioni di soci, in oltre 46.000 clubs, distribuiti, su oltre 210 paesi ed aree geografiche. Essa è impegnata anche nella lotta contro la cecità e si dedica, pure, sempre, con grande impegno, a prestare servizi di assistenza alle comunità, per aiutare i giovani d’ogni area del globo. “La strada per raggiungere la pace non è facile”, scriveva Russel, che soggiungeva: “Soltanto attraverso l’evoluzione dei suoi valori sociali, morali e intellettuali, l’uomo può raggiungere la vera pace, con se stesso”. Avviare giovani, così come Lions International sta facendo, a riflettere ed a operare, nell’ambito del grande ed essenziale tema “Pace e Solidarietà”, è il meglio che si possa fare, giacché a nulla servirebbero i migliori beni materiali, se venisse a mancare quella Pace, che permette un utilizzo, “pacifico” e condiviso degli stessi e, quindi, a vantaggio dell’umanità. Che progredisce, in modo utile a se stessa, solo nella pace e nella reciproca comprensione.

Pierantonio Braggio.

Pierantonio Braggio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore