ECONOMIA VERONESE | venerdì 18 gennaio 2019 21:57

Cerca nel web

ECONOMIA VERONESE | martedì 08 gennaio 2019, 12:51

Coordinamento dei Comitati Carnevaleschi della provincia di Verona.

Settant’otto eventi, nel 2019. Ricordato Remigio Marchesini, che da sempre, per conto del Pastificio Avesani, Bussolengo, Verona, ha fortemente appoggiato il Coordinamento

Coordinamento dei Comitati Carnevaleschi della provincia di Verona.

È tornato l’atteso Carnevale 2019. Carnevale a Verona e in provincia, che seminerà allegria, amicizia e solidarietà, con un fitto calendario di attività, promosse dal Coordinamento dei Comitati Carnevaleschi della provincia di Verona, carnevaleveronese@gmail.com. Un importante complesso di eventi, che coinvolge oltre sessanta Comuni veronesi e presentato, il 4 gennaio 2019, dal presidente della Provincia, Manuel Scalzotto, e, per il Coordinamento, da Loretta Zaninelli, presidente; da Antonio Soffiati, vicepresidente e responsabile delle pubbliche relazioni; da Lara Turrini, delegata al Concorso per le Scuole; da Assunta Micheletti e da Simone Visentini, consiglieri. Mariolina Avesani, Pastificio Avesani, Bussolengo, non solo ha confermato la collaborazione dell’Azienda di Bussolengo, ma, ha ricordato il grande Remigio Marchesini, che ha sempre seguito ed appoggiato, con modestia e intenso impegno, l’evoluzione del Coordinamento stesso. Nel corso del 2019, si alterneranno i tipici appuntamenti del Carnevale veronese, tra cui le elezioni e le investiture delle maschere, le sfilate, con carri allegorici e maschere, provenienti anche da fuori provincia, con incontri conviviali e gastronomici. Per quest’anno, il Coordinamento – che opera a stretto livello di volontariato – prevede 78 eventi carnevaleschi, dei quali, il primo il 13 gennaio, a Santo Stefano di Zimella, e l’ultimo, a Torri del Benaco, il 14 settembre. La Stagione 2019, sarà aperta ufficialmente, come di consueto, con la cena, a scopo benefico, il 12 gennaio, con la tradizionale Messa, presso il Ristorante Al Frassino, Peschiera. Quest’anno, tale incontro d’apertura, al “Frassino”, è mirato a sostenere le spese, per cure in Belgio, di una bambina veronese, affetta da paralisi cerebrale, sino dalla nascita. Ma, non è tutto qui, perché, a Verona, Carnevale significa anche partecipare ad una Messa ad hoc, a San Zeno di Mozzecane, il 17 febbraio, in occasione della quale, i fedeli potranno indossare i tipici costumi carnevaleschi, e ad una Messa, a Buttapietra, domenica 3 febbraio, celebrata da don Francesco Todeschini, Padre Spirituale del Coordinamento. Non mancherà, quindi, il Trofeo per i Carri allegorici – in tutto 35 – giunto alla settima edizione e destinato a premiare il carro più votato, in base alla somma dei punteggi, assegnati dalle giurie territoriali, in ciascun Comune. Il Trofeo è dato da una preziosa scultura lignea, raffigurante lo scudo, simbolo del Coordinamento. Vi parteciperà, fuori concorso, il vincitore dell’edizione 2018 de “La combriccola col Baraonda”. Su altro lato, tutte le Maschere saranno parte attiva nella divulgazione della Tradizione del Carnevale, nelle scuole, mentre, al tempo, altre maschere faranno visita agli ospiti di diverse case di riposo scaligere e ai ragazzi diversamente abili di alcuni istituti veronesi. Vi sarà anche il Concorso scolastico “La Provincia e il suo Carnevale”, dedicato alle classi delle scuole primarie e secondarie di primo grado, ed avente lo scopo di diffondere, tra giovani e giovanissimi, in modo creativo e divertente, la storia e la cultura delle origini del Carnevale veronese. Il VII Concorso fotografico on-line, dal titolo “Fotografa il Carnevale Veronese”, premierà le migliori immagini in grado di raccontare le emozioni del Carnevale 2019. In merito, sino al 30 settembre, si potranno inviare un massimo di 3 scatti (anche selfies) all’e-mail del Coordinamento, sopra citata. La foto migliore sarà pubblicata, sul pieghevole delle sfilate 2020. Il Coordinamento dei Comitati Carnevaleschi della provincia di Verona è stato costituito il 20 aprile del 1999 e festeggerà quindi il XX anno di attività. Le iniziative promosse dal Coordinamento, nel 2019 sono patrocinate dalla Regione del Veneto, dalla Provincia di Verona e da diversi Comuni, che ospitano i singoli eventi carnevaleschi. Non possiamo chiudere senza sottolineare che se Carnevale è divertimento ed allegria, nonché incisivo evento sociale, esso è pure impegno e sacrificio, dietro le quinte, da parte di chi lo organizza – tutto Volontariato, cui va il nostro ringraziamento, caro vicepresidente Soffiati – con le relative preoccupazioni e con i corrispondenti, sempre più pesanti adempimenti: Volontariato, senza del quale, ricordiamolo, molto del bello e del bene, di cui godiamo, non avremmo. Come poco, pochissimo potremmo realizzare, se non vi fossero persone, quali il caro Remigio Marchesini, che – come hanno ricordato il presidente Scalzotto, la presidente Zaninelli e la signora Mariolina – rappresentando, sempre puntualmente il Pastificio Avesani, ha dato tutto se stesso, in innumeri eventi, creatori di valori per la società.

Pierantonio Braggio


Pierantonio Braggio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore