ECONOMIA VERONESE | sabato 15 dicembre 2018 04:10

Cerca nel web

ECONOMIA VERONESE | martedì 27 novembre 2018, 22:18

Promozione delle terre del Valpolicella.

L’iniziativa parte da Illasi, Verona, quale territorio del vino, dell’olio d’oliva, dell’artigianato e della manifattura, nonché fedele a se stesso, al proprio paesaggio e alle proprie tradizioni. Mezzo secolo della denominazione “Valpolicella”, 1968-2018.

Promozione delle terre del Valpolicella.

Un importante evento, curato dal Comune di Illasi, celebrativo dei “50 anni della denominazione Valpolicella”, si terrà venerdì 30 novembre, nella Villa Sagramoso Perez Pompei, Illasi. Vi sarà presentato il progetto “Illasi da Inventare”, che prevede incontri e iniziative, destinati ad accrescere la visibilità e la percezione positiva e diffusa del territorio, anche fuori dai confini regionali e nazionali. Saranno attuati, quindi, la promozione della produzione enologica di Illasi, attraverso incontri B2B, con operatori italiani ed esteri, volti ad incrementare flussi turistici di nicchia e di qualità; azioni, con associazioni di categoria; comunicazione attraverso i media tradizionali, social e web e la partecipazione a saloni e fiere del turismo enogastronomico e cicloturistico. Inoltre, il Comune di Illasi prevede corsi di formazione, volti ai concetti, importantissimi, di accoglienza e di enoristorazione.

Interverranno, venerdì prossimo: Carlo Cambi, conduttore della trasmissione televisiva Linea Verde, trattando il tema ‘Dal Territorio al Prodotto: un sistema integrato di qualità per la valorizzazione dell’offerta’; Claudio Carcereri de Prati, sindaco di Colognola ai Colli e presidente dell’Accademia di Agricoltura, Scienze e Lettere di Verona, che proporrà i concetti di “Tutela naturalistica e di valorizzazione economica del paesaggio”, e Andrea Sartori, presidente del Consorzio Tutela dei Vini Valpolicella, che esaminerà “Le opportunità di sviluppo turistico”. Il Sindaco di Illasi, Paolo Tertulli, s’occuperà di crescita del territorio che amministra, o, meglio, delle “Opportunità di ieri e le sfide di oggi, nelle terre del Valpolicella”.

Il presidente della Provincia di Verona, Manuel Scalzotto: “Un progetto che parte da un singolo Comune, ma che potrà avere positive ricadute economiche, e, dunque, sociali, anche nei territori confinanti. S’inizierà celebrando i 50 anni della Doc Valpolicella, che rappresenta un’eccellenza e che tutela e preserva anche una cultura rurale di grande valore”.

Sindaco Paolo Tertulli: “Questo è un territorio, che – se ben comunicato e promosso in modo sistematico, anche a livello internazionale – può richiamare un turismo rispettoso dell’ambiente, interessato a conoscere e a tornare, oltre che ad acquistare un prodotto di alta qualità, fruendo di una rete di offerta di servizi e prodotti più ampia”. Il presidente dell'Accademia di Agricoltura, Claudio Carcereri de Prati, ha sottolineato, come “l’Accademia veronese, sorta, per volere della Serenissima, nel 1768, è più che disponibile a collaborare, ad una positiva realizzazione del progetto, oggi proposto”. Erano pure presenti alla presentazione ufficiale dell’evento del 30 novembre prossimo, l’assessore allo Sviluppo Turistico di Illasi, Piero Comparoto, il consigliere Cesarino Venturini, il segretario generale della Camera di Commercio, Cesare Veneri, che ha confermato la disponibilità della Camera a fare sinergia, circa il progetto “Illasi”, e il direttore del Consorzio per la Tutela dei vini della Valpolicella, Olga Bussinello, la quale, fra l’altro, ha avuto il piacere di evidenziare come, su un territorio “Valpolicella” di 8000 ettari, siano attive 2300 aziende e 300 cantine.

Non possiamo che salutare con entusiasmo l’iniziativa del Comune d’Illasi, augurandole massimo successo, perché, portata a termine, sia pure, per gradi, contribuirà, certamente, alla migliore evoluzione economica e sociale

d’un territorio, che merita, appunto, nuove attenzione e considerazione, da parte del turismo, sia nazionale che internazionale.

Pierantonio Braggio



Pierantonio Braggio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore