ECONOMIA VERONESE | domenica 18 novembre 2018 13:55

Cerca nel web

ECONOMIA VERONESE | lunedì 22 ottobre 2018, 13:09

“Grandi insieme, l’alternanza scuola-lavoro nell’artigianato funziona” Convegno lunedì 22 ottobre alle ore 16 in Camera di Commercio.

La Camera di Commercio, in collaborazione con Confartigianato Verona, Casartigiani Verona e Clai, Confederanzione delle libere associazioni artigiane italiane, invita gli imprenditori a partecipare al convegno “Grandi Insieme: l’Alternanza Scuola-Lavoro, nell’Artigianato funziona”, in programma lunedì 22 ottobre, con inizio alle ore 16.00, nella sala Industria dell’Ente, in Corso Porta Nuova, 96. Aprirà i lavori Andrea Bissoli: “Sono trascorsi quindici anni dalla prima sperimentazione regionale dell’alternanza scuola-lavoro – afferma Andrea Bissoli, Presidente di Confartigianato Verona e membro della Giunta camerale – e ne sono passati tre dalla sua introduzione obbligatoria, nei percorsi scolastici di tutte le scuole superiori di ogni ordine e grado. Il bilancio, per quanto riguarda l’artigianato e il mondo della piccola e media impresa, è senz’altro positivo”.

“Grandi insieme, l’alternanza scuola-lavoro nell’artigianato funziona” Convegno lunedì 22 ottobre alle ore 16 in Camera di Commercio.

Al Registro imprese per l’Alternanza lavoro, tenuto da Unioncamere, sono iscritte 1010 imprese, enti e associazioni che offrono percorsi di alternanza scuola lavoro, ma la richiesta delle scuole è molto superiore, di qui la promozione dell’alternanza, tra le imprese artigiane, che possono rappresentare una vera opportunità per gli studenti, soprattutto quelli degli istituti tecnici tenuti a fare maggiori ore, rispetto ai colleghi dei licei. L’Ente Bilaterale per l’Artigianato eroga contributi alle aziende artigiane per garantire percorsi di alternanza in sicurezza.Luca Luppi, Presidente di CasaArtigiani Verona spiega “L’Alternanza scuola-lavoro è una modalità didattica innovativa che, attraverso l’esperienza in azienda, aiuta a consolidare le conoscenze acquisite a scuola ed a testare sul campo le attitudini di studentesse e studenti, arricchendone ed orientandone il percorso di studio verso un futuro lavorativo. Un vero e proprio cambiamento culturale finalizzato a tracciare un modello italiano al sistema duale, coniugando le migliori prassi europee alle specificità del nostro tessuto produttivo”. Da questi presupposti si partirà per sviluppare l’incontro organizzato dalla Camera di Commercio di Verona, in collaborazione Confartigianato Verona, Casartigiani Verona, Clai, l’ULSS 9, Confartigianato Imprese Veneto, Spisal, Ufficio Scolastico Provinciale e l’Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro (ANPAL). Nel corso del convegno saranno presentate le buone prassi per sperimentare al meglio lo strumento, oltre alle testimonianze di imprese, come l’azienda Printedita, che già hanno fatto esperienze di Alternanza Scuola-Lavoro. Un tema di massima importanza, per il futuro dei nostri giovani e, al tempo, per le nostre imprese, piccole o grandi, che siano. Il mondo imprenditoriale d’oggi, improntato, su metodi e congegni di lavorazione modernissimi, richiede, in chi offre la propria disponibilità a collaborare, massima preparazione tecnica e culturale, e tale, da fare in modo che il collaboratore, inserito nell’azienda, si trovi in un ambiente amico, pronto ad apprezzare la sua preparazione, e che l’azienda incontri un nuovo collaboratore, già in grado, per quanto possibile, di operare costruttivamente, grazie alla formazione, precedentemente ricevuta. Che è quanto offre l’alternanza scuola.lavoro. Due fattori, atti a creare ottime relazioni ed un ambiente di lavoro sereno ed altamente produttivo, nell’interesse di ambe le parti.

Pierantonio Braggio


Pierantonio Braggio

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

sabato 17 novembre
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore