ECONOMIA VERONESE | martedì 23 ottobre 2018 10:21

Cerca nel web

ECONOMIA VERONESE | domenica 07 ottobre 2018, 00:51

La chiesa dei Santi Jacopo e Lazzaro alla Tomba. e il suo ospedale. Un convegno chiarificatore, venerdì 12 ottobre 2018, alla Gran Guardia, Verona.

Conviene premettere, che la chiesa dei Santi Jacopo e Lazzaro alla Tomba è chiesa pregiata, contenente affreschi, risalente al Millecinquecento. Purtroppo, l’opera d’arte, abbandonata, si trova in condizioni di pesante degrado, come in degrado è l’ex “manicomio” di San Giacomo, istituito nel 1880, il cui edificio, chiuso negli anni Settanta, come la chiesa menzionata, si trovino a destra dell’Ospedale di Borgo Roma, guardando verso l’entrata principale di quest’ultimo.

La chiesa dei Santi Jacopo e Lazzaro alla Tomba. e il suo ospedale. Un convegno chiarificatore, venerdì 12 ottobre 2018, alla Gran Guardia, Verona.

Tutto, in abbandono… Per attirare, molto lodevolmente, l’attenzione sui due citati complessi, il CTG UN VOLTO NUOVO, del quale è presidente, Patrizio Mantovani, terrà il convegno, dal titolo “La ciesa dei Santi Jacopo e Lazzaro alla Tomba ed il suo ospedale: dalla nascita dell’Ospedalità a Verona, nel Medioevo, alla valorizzazione del patrimonio storico, per la città. Convegno, che avrà luogo il 12 ottobre 2018, dalle ore 15,30, presso il Palazzo della Gran Guardia. Dodici i relatori, studiosi ed esperti del settore. Il convegno sarà un incontro di studio e di riflessione, sulle origini e la storia della Chiesa dei Santi Jacopo e Lazzaro, del relativo ospedale e dell’ex Ospedale psichiatrico, posti all’interno del Policlinico: due edifici di notevole importanza storica, abbandonati ed in forte degrado, alle porte della città di Verona. Un convegno mirante a sensibilizzare gli organi istituzionali alla salvaguardia ed al restauro, per “restituire” i due manufatti di pregio, nuovamente alla città ed ai suoi abitanti. Fare rivivere i due complessi, con relativo, nuovo utilizzo, significa dare al quartiere, che li ospita, una più dignitosa immagine di sé, con una rinnovata porta d’ingresso, alla città, nel più ampio contesto scaligero. Il convegno è aperto al pubblico. Ricordiamo benissimo, purtroppo, il tempo in cui il “manicomio” era funzionante e quando a qualcuno, che avesse proferito o commesso stupidaggini, si diceva “lè mèio che te vài a San Giacomo”, nonché quanto ci sia sempre dispiaciuto sapere delle misere condizioni della chiesetta, sopra, più volte, citata, e vedere un’entrata all’ex ospedale psichiatrico, abbandonata a se stessa. Auguriamo agli organizzatori, che, attraverso, il convegno, riescano nel loro grande intento.

Pierantonio Braggio


Pierantonio Braggio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore