ECONOMIA VERONESE | domenica 18 novembre 2018 13:54

Cerca nel web

ECONOMIA VERONESE | lunedì 10 settembre 2018, 11:34

Arrigo Gregnanin, grande amico di Ferrara di Monte Baldo, Verona.

Docente universitario, geologo e botanico, è ricordato nel volume, dal titolo “Arrigo Gregnanin, scienziato della terra e educatore (1936-2017)”, uscito a cura del prof. Vasco Senatore Gondola.

Arrigo Gregnanin, grande amico di Ferrara di Monte Baldo, Verona.


”Amico di Ferrara di Monte Baldo, Arrigo Gregnanin è stato amante, appassionato del territorio montano e della sua natura, con grande attenzione alla cultura locale, collaborando incisivamente, al tempo, alla positiva evoluzione di Ferrara di Monte Baldo stessa”. Quanto sopra, ha espresso il sindaco di Ferrara di Monte Baldo, Paolo Rossi, in occasione della presentazione del libro, dal titolo: “Arrigo Gregnanin, scienziato della terra e educatore (1936-2017)”, che ha avuto luogo, il 7 settembre 2018, presso l’Accademia di Agricoltura, Scienze e Lettere di Verona.” L’opera – che si divide nelle sezioni: Caro Arrigo…, Memoria, Pubblicazioni scientifiche di A. Gregnanin e Momenti di vita di Arrigo – è uscita a cura del prof. Vasco Senatore Gondola, per i tipi di Stimmgraf, San Giovanni Lupatato, Verona, giugno 2018. Sono intervenuti, con proprie relazioni, Serena Cubico, Biblioteca-Museo, Ferrara di Monte Baldo; Roberto Zorzin, Daniele Zanini e Grazia Signori, Ateneo di Scienze, Lettere ed Arti, Bergamo. Il prof. Gondola, segretario dell’Accademia veronese, porto il saluto, anche a nome del presidente dell’Accademia stessa, avv. Claudio Carcereri de Prati, ha evidenziato un quadro biografico completo della vita e del lavoro, svolto da Arrigo Gregnanin, che, studioso, scienziato e docente universitario, nelle sue lezioni, riusciva ad appassionare gli studenti, con le sue spiegazioni e con la sua saggia, convincente parola. Una parola, derivante da personale esperienza, raccolta attraverso particolareggiata ricerca, recandosi egli, spesso, in montagna: sul verde Baldo – del quale egli ogni particolare conosceva – Gregnanin ne osservava e ne studiava attentamente la conformazione geologica e la straordinaria vegetazione. In tal senso, Gregnanin è stato un vero geologo e botanico, al punto di avere scoperto e fotografato – ha confermato Daniele Zanini, responsabile scientifico dell’Orto Botanico di Novezzina, Ferrara di Monte Baldo, nella sua dettagliata relazione – la pianta montebaldense Senecio abrotanifolius. “Il volume, che ricorda carriera ed impegno scientifico del prof. Gregnanin, è simbolo” – sottolinea il sindaco di Ferrara di Monte Baldo, Paolo Rossi – “di quanto Ferrara di Monte Baldo e la sua Amministrazione comunale abbiano a cuore la sua figura e di quanto egli abbia rappresentato per noi”.

Pierantonio Braggio


Pierantonio Braggio

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

sabato 17 novembre
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore