ECONOMIA VERONESE | mercoledì 15 agosto 2018 16:43

Cerca nel web

ECONOMIA VERONESE | martedì 07 agosto 2018, 18:29

Torna al Chiostro di Santa Maria in Organo, Verona, la Compagnia “zeropuntoit”, nei giorni dal 9 al 19 agosto 2018.

In scena, spettacolo – testo e regia di Andrea Girardi – “In quattro e quattr'otto - chi è quello di troppo”?

Lodare, pubblicizzando, non è certamente bella cosa, ma, nel caso, in descrizione, una lode non deve mancare. Non deve mancare, perché lo spettacolo “In quattro e quattr'otto - chi è quello di troppo”? è esclusivamente frutto di passione, di grande impegno e di volontà di divertire, a livello strettamente umano, in un’era, quella attuale, in cui fretta e tecnologia prevalgono, schiacciando l’uomo. Ovviamente, grande è l’impegno teatrale di “zeropuntoit”, ma gradissimo merito va riconosciuto anzitutto ad Andrea Girardi, che, nonostante giornate di lavoro intenso, ha trovato e trova il tempo, per pensare e per stendere il testo di suoi lavori, come quello in cartellone, nonché di curarli come provetto regista ed attore. Circa la sua nuova commedia, scrive Girardi: ”Ricche donne d’altri tempi, un ex socio d’affari, un lascito di denaro, un’inserzione sul giornale, una governante approfittatrice, due imbroglioni incontestabili, un’ex moglie inopportuna, un simpatico maggiordomo, due avvocati impreparati ed una coppia di sposi ignoranti e sempliciotti, costituiscono un complesso, della cui azione è facile capire le conseguenze, mentre interessante sarà scoprire carattere e azione del misterioso signor Della Rocca. Un crescendo d’equivoci, sostituzioni di persona, piccoli imbrogli ed improvvisi colpi di fulmine, fino ad un finale inaspettato… Quanto all’eredità: sarà così facile aggiudicarsela in quattro e quattr’otto…”?, zeropuntoit@hotmail.it. Andiamo al Chiostro di Santa Maria in Organo, osserviamo, ascoltiamo e, con pazienza ed allegria, “scopriamo”…

Pierantonio Braggio










Pierantonio Braggio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore