ECONOMIA VERONESE | domenica 22 luglio 2018 20:17

Cerca nel web

ECONOMIA VERONESE | lunedì 09 luglio 2018, 16:45

1898 - 2018: Cantina di Soave compie 120 anni. Un magnifico volume, dal titolo “Segni”, perché tutto fotografie, celebra l’importante evento.

Cantina di Soave incanta non solo con i suoi vini, ma, anche con significative iniziative culturali. Grande notizia è, certamente, il fatto che Cantina di Soave faccia sapere dei propri 120 anni d’attività, essendo stata creata nel lontano 1898, ma è pure fare cultura, grande cultura, il suo affidarsi alla fotografia – e fotografia di classe – per raccontare se stessa.

Perché la fotografia parla all’osservatore, gli trasmette indirettamente dati ed informazioni, lo fa concentrare su se stessa, così come avviene sfogliando l’elegante volume “Segni” – copertina telata, 144 pp. in carta patinata, Grafiche Antiga, 2018 – edito da Cantina di Soave, in occasione della celebrazione, come cennato, dei suoi dodici decenni di costruttiva attività, economica e sociale. Dicevamo di fotografia: il lavoro in parola, con testo anche in inglese, costituisce una vera opera d’arte, per le numerosissime riproduzioni, a colori e di grande formato, opera di Giò Martorana. Fotografie, che eccellentemente, scorrendo il volume, portano il pensiero alla dorata “Gargànega”, madre diretta del brillante “Soave”, il nettare, frutto del lavoro di agricoltori e della sapiente vinificazione. Per porre in evidenza ciò e molto altro – dopo le presentazioni ufficiali del volume, da parte del presidente della Cantina, Attilio Carlesso, e del direttore generale della stessa, Bruno Trentini – seguono, appunto, le menzionate, straordinarie fotografie, raggruppate nelle seguenti sezioni I segni del tempo, I segni del territorio, I segni dell’uomo, I segni della natura, I segni del paesaggio e Benvenuti a Rocca Sveva, Soave. Da parte nostra, non aggiungiamo altro, in quanto, per chiarire al completo i significati dei fotografici “Segni” cennati, riproduciamo, di seguito, quanto scrive, in merito, Cantina di Soave, nella certezza che il Lettore ricaverà, dal testo, ogni dettaglio, circa il complesso ed innovativo contenuto del volume in parola: Abbiamo scelto di raccontare la nostra storia, attraverso le immagini d’un grande fotografo, che ha colto quegli attimi, quelle suggestioni, quei segni, attraverso i quali, il nostro mondo ci parla, ci fa sentire a casa, ci fa stare bene. Sfogliando queste pagine, scopriremo valli e colline a perdita d’occhio, su cui, accanto ai vigneti, ci rincorrono muretti di sasso, cascine, capitelli, chiese ed antichi castelli e, tutt’intorno, una natura rigogliosa e variopinta, come quella del nostro Giardino botanico, silenziosa e testimone d’un tempo antico. E, poi, ancora, borghi, corti e scorci incantati, segni tangibili della storia dell’area del Valpolicella, del Soave e del Durello. Immagini, che sono segni d’una vita, che scorre secondo i ritmi della natura ed il succedersi delle stagioni, di uomini, di donne, e del loro amore per la propria terra, nella quale, tutto parla di vino, di gastronomia, di tradizioni, tramandate nei secoli. Segni, dunque, di vita vissuta, di passione, di lavoro, di giornate trascorse nei campi, di famiglie, che hanno condiviso un sogno e che l’hanno trasformato in realtà. Queste immagini sono i segni del tempo: il ricordo del passato, la voce del presente ed il nostro sguardo sul futuro. Un futuro, fatto di continua innovazione e di forte impegno, per essere ambasciatori d’un grande territorio, quello veneto, e, in senso più esteso, quello italiano, conosciuto in tutto il mondo, per i suoi paesaggi, per i suoi vini, per la sua tradizione. Se, poi, durante la lettura di quanto sopra, il Lettore degusterà, lentamente, un buon bicchiere di “Soave” o di “Durello”, renderà omaggio a Cantina di Soave, info@cantinasoave.it, avvertendo, al tempo, di quale grande prodotto siano capaci gli agricoltori ed i vinificatori della bellissima cittadina scaligera, che onora, con la sua operosità, l’Est veronese.

Pierantonio Braggio


Pierantonio Braggio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore