ANNUNCI E VARIE | giovedì 20 settembre 2018 21:19

Cerca nel web

ANNUNCI E VARIE | lunedì 09 luglio 2018, 16:55

Forte l’impegno della Polizia Locale, Verona. Breve, ma importante bilancio, in fatto di sicurezza, dei mesi di maggio e giugno 2018.

Quanto, qui, presentiamo, non è tutto, ma, è tanto. La cosa richiede d’essere riassuntivi, pur essendo essa di massima entità e conferma del grande impegno che l’assessore alla Sicurezza, Daniele Polato, e il Corpo della Polizia Locale veronese, guidata da Luigi Altamura, dedicano alla sicurezza ed alla tranquillità, d’una Verona, sempre più movimentata. Fra il maggio ed il giugno 2018, anche su segnalazione da parte di cittadini – segnalazione, ovviamente, sempre benvenuta – con uno sforzo, senza precedenti, e molto positivo, la Polizia Locale veronese ha eseguito 35194, fra interventi ed accertamenti.

Hanno contribuito efficacemente a tale risultato anche le Delegazioni distaccate della Polizia stessa. I numeri (e i dati), parte della cifra sopra citata: 3503 accertamenti anagrafici; accertate 4980 violazioni del codice stradale; 68 controlli a sale da gioco; 124 rimozioni di veicoli; 23 sgomberi d’aree abbandonate; trovate diverse automobili rubate, in via di smontaggio, per venderne i pezzi; grande attenzione al bagarinaggio, in parte ridottosi; ricevute 4224 richieste d’intervento, da parte di cittadini; controllati numerosi ambienti bed and breakfast, allontanati due “centurioni”…, scoperti uno specialista in furti di biciclette, che trascorreva la notte in automobile, e un ambiente abbandonato, dotato, tuttavia, di segnali d’allarme…; individuato, poi, un esercente, che cedeva alcoolici a minorenni; trovato un garage, nel quale si poteva trascorrere la notte, per € 10,15; individuate diverse patenti e carte di circolazione false; allontanate tre carovane di nomadi, in zona Stadio e segnalati alla Giustizia 43 individui per comportamento scorretto. Per compiti particolari, è stata stabilita la costituzione d’un gruppo cinofilo della Polizia Locale, anche nel quadro, è stato affermato, di un continuo miglioramento dell’azione di presenza e di controllo, per rendere più concreto il quale, inoltre, s’installeranno, nei punti cittadini più sensibili, ulteriori fonti d’illuminazione e camere di ripresa. Un quadro, dunque, che, se, da un lato, dati i troppi fatti negativi citati, conferma l’esigenza di presenza d’un servizio pubblico di controllo, costante ed incisivo,

dall’altro, è di grande conforto, perché i numeri menzionati sono il segno che Assessorato alla Sicurezza e Vigili urbani, stanno svolgendo grande opera e, appunto, per quanto possibile, creazione di sicurezza e d’ordine.

Pierantonio Braggio




 



Pierantonio Braggio

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

giovedì 20 settembre
mercoledì 19 settembre
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore