ANNUNCI E VARIE | sabato 23 giugno 2018 04:48

Cerca nel web

ANNUNCI E VARIE | lunedì 11 giugno 2018, 17:44

“Teatro nei Cortili”, a Verona

Una stagione 2018, con 28 titoli in cartellone, nel Chiostro di Santa Eufemia, nel Chiostro di Santa Maria in Organo e presso l’austriaco Arsenale.

Molte volte, si apprezzano rappresentazioni ed attori, diciamo il vero, solo perché sono pubblicizzati, trascurando, invece, operatori, che lavorano seriamente, ad alta qualità e, soprattutto, dedicando tempo libero personale, a ttitolo gratuito, solo per dare soddisfazione alla propria passione, di creare passatempo e cultura. Tali personaggi, meritevoli di alto elogio e considerazione, non solo operano, come stiamo annunciando, nei chiostri o nei cortili scaligeri, ma, agiscono nel massimo silenzio e in grande modestia, anche in case di riposo ed in istituzioni di beneficenza. Un’attività, che va evidenziata e che merita, quindi, attenzione e massimo supporto. Bene fa, quindi il Comune di Verona, a contribuire all’organizzazione tecnica delle rappresentazioni nei “cortili”, attraverso l’Assessorato alla Cultura, assessore Francesca Briani, che ha efficacemente presentato la stagione degli spettacoli estivi 2018. Anche quest’anno, dopo il successo della stagione 2017 – 28.500 presenze, con un incremento del 9,6% rispetto al 2016 – avremo, dunque, il “Teatro nei Cortili”, caratterizzato da alta qualità delle rappresentazioni, visto pure che alcuni gruppi amatoriali hanno ottenuto particolari riconoscimenti, nel corso di vari festivals.

La rassegna 2018 vedrà il Cortile dell’Arsenale, il Chiostro di S. Maria in Organo e il Chiostro di S. Eufemia presentare un calendario, ricchissimo di appuntamenti, con ben 204 serate di spettacolo proposte da 27 compagnie, che, trascurando, di massima, oggi, il classico si volgono all contemporaneo. Sono in aumento le scritture autonome (tra cui tre dialettali) e gli adattamenti da testi famosi. L'orientamento generale, al di là di alcune scelte particolarmente impegnate, tende a commedie ironiche, che trattano tematiche attuali, sia sul piano sociale, che su un piano di dimensione esistenziale. Nel Chiostro di Santa Eufemia, potremo seguire, dal 16 al 25 giugno, la compagnia ArteFatto con “Benvenuto all'inferno” di Fabrizio Piccinato; dal 26 al 30 giugno, GTV Niù, con “Dei sogni, rivelazioni e tre spari” di Carlos Maria Alsina; dall'1 al 7 luglio, la compagnia Tiraca, con

“Fàgheli ànca a casa” di Lanfranco Fossà. Dal 17 al 21 luglio, quindi, la compagnia Micromega rappresenterà “Mal che si vuole non duole”, liberamente tratto da “Un curioso accidente” di Carlo Goldoni. Seguirà, dall'8 al 15 luglio, la compagnia La Pocostabile con “Fools (una fiaba comica)” di Neil Simon. Proseguirà il corso teatrale Verbavolant, dal 22 al 26 luglio, con una rappresentazione, composta da due atti unici. La Maschera proporrà, dal 28 luglio al 1 agosto, con “Un caso clinico” di Dino Buzzati. La compagnia Dell’Arca offrirà, dal 2 all'8 agosto, “Chi l'ha ucciso? (più giallo di così si muore)” di Valerio Bufacchi e Tiziana Crociani. Dal 10 al 18 agosto, la compagnia Gino Franzi presenterà “Il re dei topi” di Alberto Rizzi: lo spettacolo racconta il periodo tra le due guerre, con un’ambientazione volutamente grottesca. L’intento, infatti, è di divertire, pur raccontando cose serie… Dal 24 al 26 agosto, Trapanoboss rappresenterà “Mi chiamo Remo (storia di un soldato semplice)” di Davide Passaia. Concluderà, a Santa Eufemia, dal 27 agosto al 2 settembre, la compagnia Einaudi-Galilei, con “L'incredibile Ispettore Rex” di Theodor Bold. Dal 20 al 23 agosto, la compagnia A Filo d'Arte sarà in scena, con “L'Osteria del Vecchio Merlo” di Enzo Bazzani. Inizierà la stagione, al Chiostro di Santa Maria in Organo, la compagnia Ipazia, dal 22 al 25 giugno, con “Qual piuma al vento”. I’ Aseni del Borgo, daranno continuità alla scena, dal 26 giugno al 2 luglio, con ”Tri par vaso”. Dal 3 all'8 luglio La Formica sarà in scena, con “Grand Guignol all'italiana” di Vittorio Franceschi. CMT Musical Theatre Company, dal 10 al 18 luglio, presenterà il musical “I Miserabili (una rivoluzione in musica)”, tratto dal romanzo di Victor Hugo. Continuerà la compagnia G.A.D. Renato Simoni, dal 19 al 24 luglio, con“Un cappello di paglia di Firenze”. Seguirà Armathan, dal 3 al 6 agosto, con “Fleurs” di Marco Cantieri e Franca Guerra. Dal 9 agosto e fino al 19, la compagnia Zeropuntoit sarà in scena, con “In quattro e quattr'otto (chi è quello di troppo?)” di Andrea Girardi. Concluderà la rassegna, a Santa Maria in Organo, la compagnia Tabula Rasa propone, dal 20 al 26 agosto, con “Tredici a tavola” di Marc-Gilbert Sauvajon. Aprirà la rassegna all’Arsenale, dal 18 al 25 giugno, la compagnia Trixtragos, con “Voilà les jeux sont faits”. Proseguirà Modus Vivendi dal 25 al 30 luglio, con la commedia dialettale “Un angelo nel letto” di Adriano Mazzucco. Dal 26 giugno al 1 luglio, La Bugia sarà in scena con “Il colpo della strega” di John Graham. Dal 4 al 22 luglio, La Barcaccia rallegrerà la platea con “La serva amorosa” di Carlo Goldoni. Estravagario, dal 25 luglio al 12 agosto, presenterà “Il metodo Grönholm” di Jordi Galceran. Dal 18 al 31 agosto, la Compagnia Giorgio Totola proporrà la nota commedia “Tonin Bellagrazia” di Carlo Goldoni. Concluderà la grande rassegna teatrale all’aperto 2018, dal 2 al 6 settembre, la compagnia Granbadò, proponendo “In fondo al mar!” di Alberto Bronzato. Una grande iniziativa estiva, quindi, che, al fresco e sotto lo stellato dei mesi migliori dell’estate veronese, offrirà spettacolo, divertimento e cultura, proposti da ottimi registi ed interpreti. Un cordiale ringraziamento agli stessi ed a Paola Bonfante, del settore Spettacoli del Comune di Verona, che ci ha gentilmente posto a disposizione i dati sopra esposti.

Pierantonio Braggio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore