ECONOMIA VERONESE | sabato 15 dicembre 2018 04:15

Cerca nel web

ECONOMIA VERONESE | giovedì 31 maggio 2018, 22:57

L’ex Lanificio Tiberghien,Verona. Mostra fotografica e documentaria su un monumento industriale.

Anzitutto, una nota storica, atta a fare comprendere, sia pure in breve, il tema centrale dell’assunto. Esisteva a Verona, dal 1907, il noto Lanificio Tiberghien, sito fra Porta Vescovo e San Michele, sulla sinistra di Viale Venezia. Esso fu, per settant’anni fonte di lavoro e di vita per migliaia di famiglie veronesi e, in particolare, del popoloso quartiere di San Michele.

L’ex Lanificio Tiberghien,Verona.                                                                                                                                      Mostra fotografica e documentaria su un monumento industriale.

Evoluzione dei tempi e commerciale, hanno fatto sì che il Lanificio stesso, nei primi anni del Duemila, dopo diverse vicende, chiudesse definitivamente i battenti, con enorme danno al mondo del lavoro e all’economia. Ora, si tratta di trovare la migliore soluzione per il restauro della parte muraria, testimonianza, ormai antica, di edilizia industriale, e di utilizzo della stessa. Bisogna che un tale importante patrimonio architettonico e culturale non vada perduto. A tale scopo, e molto lodevolmente, una mostra fotografica e documentaria, con foto e pezzi inediti, un incontro di presentazione sulla storia del Lanificio, oltre ad un documentario, ancora in fase di lavorazione, vogliono porre in evidenza il problema. Si tratta di un valido progetto di recupero culturale e di valorizzazione storica che Ivres (Associazione veronese di documentazione, studio e ricerca), in collaborazione con Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea, le associazioni Memoria Immagine e Agile ed il supporto di Fondazione Cariverona, ha realizzato per far conoscere la storia, l’importanza, l’influenza del Lanificio Tiberghien, sulla nostra città. Hanno presentato il progetto a Palazzo Barbieri Francesca Briani, assessore alla Cultura del Comune di Verona, Michele Corso, segretario generale Cgil Verona, Gabriella Poli, Presidente Ivres, il direttore della Biblioteca Civica, Alberto Raise, e gli ideatori e curatori della mostra Nadia Olivieri, Giulia Turrina e Michele De Mori, insieme ai registi Dario Dalla Mura ed Elena Peloso. “Il Lanificio Veronese Fratelli Tiberghien, sorto a Verona nel 1907 – ha detto l’assessore Francesca Brianiè stato per oltre settant'anni uno dei simboli della Verona industriale, una delle maggiori fabbriche presenti in città e un esempio di investimento straniero in Italia. Come dice il titolo della mostra, è un intreccio di fili e di memoria, che il Comune ha deciso di raccontare, ospitando l’esposizione in Biblioteca Civica”. La mostra avrà luogo dal 28 maggio al 23 giugno 2018, presso la Biblioteca Civica, via Cappello, 43, Verona. Incontri su presentazione della mostra stessa e sulla storia del Lanificio, nonché un incontro dibattito, si terranno venerdì, 8 giugno, e giovedì 14 giugno, alle ore 16, in Sala Farinati, Biblioteca Civica.

Pierantonio Braggio


Pierantonio Braggio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore