ECONOMIA VERONESE | venerdì 20 luglio 2018 07:05

Cerca nel web

ECONOMIA VERONESE | lunedì 16 aprile 2018, 12:33

Sottoscritta l’intesa fra nove Comuni per la promozione del turismo in Lessinia, Verona,

Il Comune di Grezzana festeggia, quest’anno, il 25° anniversario di gemellaggio con il comune tedesco-renano di Bodenheim.

Intesa Turismo Lesinia

 

          È stato ufficialmente presentato, giovedì 12 aprile 2018, nella Sala Rossa dei Palazzi Scaligeri, il protocollo d’intesa per la promozione del turismo in Lessinia, fra i Comuni di Bosco Chiesanuova – sindaco: Claudio Melotti, di Cerro Veronese – sindaco: Nadia Maschi;  di Erbezzo – sindaco: Lucio Campedelli; di Grezzana – sindaco: Arturo Alberti e assessore Federica M. Veronesi; di Roverè Veronese – vicesindaco: Loris Corradi, di San Mauro di Saline – sindaco: Italo Bonomi, di Sant’Anna d’Alfaedo, di Selva di Progno e di Velo Veronese. Ha presieduto l’incontro il presidente della Provincia, Antonio Pastorello.

Il documento prevede, ovviamente, anche il coinvolgimento dei principali enti scaligeri, quali la Camera di Commercio, il Comune di Verona, la Provincia e l’Università veronese, per meglio operare in ordine alle prossime iniziative di sviluppo turistico.

I nove Comuni sottoscrittori chiederanno, quindi, aiuto concreto alla Regione del Veneto su più fronti, in fatto di supporto per la promozione della Lessinia, di termine del commissariamento della Comunità Montana/Parco Naturale Regionale e della contestuale istituzione dell’Ente Parco della Lessinia, con la richiesta dell’autorizzazione alla scelta autonoma d’un  rappresentante del territorio, in qualità di commissario straordinario del Parco stesso. Il protocollo prevede anche  il potenziamento dello Iat di Bosco Chiesanuova e lo sviluppo di altri uffici informativi, nel territorio della Lessinia. L’accordo, ricordano i firmatari, “s’inserisce in un contesto di carenze organizzative e istituzionali, che hanno creato un vuoto nel presidio delle attività di programmazione, promozione e informazione turistica del territorio: il modificato ruolo delle Province, la nuova Legge Regionale del Turismo, che avrebbe dovuto rilanciare il ruolo delle Organizzazioni di Destinazione, il commissariamento della Comunità Montana e quindi del Parco Naturale Regionale della Lessinia”. Antonio Pastorello, presidente della Provincia: “Lo sviluppo del turismo in Lessinia ha bisogno di una guida, che non può che venire dalla Lessinia stessa, come i sindaci hanno ribadito oggi. Coordinare l’offerta turistica vuol dire presentare al potenziale visitatore non un singolo evento o una struttura, ma una rete di servizi, itinerari e manifestazioni, in grado di aumentare l'appetibilità del territorio. La Lessinia ha grandi potenzialità, in parte ancora inespresse. Questo protocollo potrebbe rappresentare un cambio di marcia fondamentale, per la crescita della montagna scaligera”. Claudio Melotti, Sindaco di Bosco Chiesanuova: “Le tecnologie, oggi, ci permettono di accedere alle informazioni molto facilmente. Se creiamo un unico contenitore, con eventi ed informazioni su strutture ricettive e ristoranti, itinerari escursionistici e culturali e informazioni utili, Uffici turistici diffusi potranno dare notizie aggiornate agli ospiti, mentre gli stessi contenuti potranno essere fruiti direttamente dal web e dai social da parte di tutti coloro che, ed oggi sono la maggior parte, attraverso lo smartphone, decidono dove trascorrere una vacanza, un week end o semplicemente un’escursione fuori porta”. Un importante coordinamento, quindi, deriverà dal protocollo in parola, che permetterà sinergie ed iniziative, che daranno certamente ottimi frutti, con creazione di valore aggiunto e di occupazione, in un territorio ancora inesplorato e custode di meraviglie naturali ed artistiche inesplorate.

Pierantonio Braggio

 

Pierantonio Braggio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore