ECONOMIA VERONESE | giovedì 20 settembre 2018 21:21

Cerca nel web

ECONOMIA VERONESE | lunedì 12 marzo 2018, 12:20

Bonus Trasporti pubblici 2018 -Detrazioni e Agevolazioni

Nella nuova Legge di bilancio per l’anno 2018, il cui testo è stato definitivamente approvato, è contenuta una importante novità che interessa la vasta platea dei lavoratori pendolari.

La suddetta Legge, infatti, con due specifiche disposizioni incentiva l’utilizzo dei mezzi pubblici introducendo, in primo luogo, una detrazione irpef delle spese per abbonamenti ai mezzi pubblici, anche se sostenute dai familiari fiscalmente a carico e, in secondo luogo, prevede l’esenzione da imposta degli eventuali rimborsi delle spese per il trasporto pubblico erogati dai datori di lavoro ai propri dipendenti.

Il primo aspetto riguarda l’introduzione di una detrazione fiscale pari al 19% delle somme sostenute per l’acquisto di abbonamenti ai mezzi di trasporto pubblico quali autobus e treni del TPL (trasporto pubblico locale, regionale e interregionale)per un importo massimo di spesa pari 250 euro all’anno. Vale a dire che si potrà usufruire di una detrazione massima annuale di 47,5 euro (19% di 250 euro). Per godere dell’agevolazione, da utilizzare in occasione della presentazione della dichiarazione dei redditi per l’anno 2018 (modelli 730 e Unico 2019) è necessario conservare i documenti giustificativi della spesa per gli abbonamenti, in caso di eventuali futuri controlli da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Il secondo aspetto prevede l’esclusione dalla formazione del reddito di lavoro delle somme erogate o rimborsate dal datore di lavoro ai dipendenti per le spese sostenute da questi ultimi per l’acquisto degli abbonamenti per il trasporto pubblico. Anche in quest’ultimo caso è necessario conservare, stavolta da parte del datore di lavoro, dei documenti comprovanti l’utilizzo delle somme per le finalità cui sono state destinate.

La norma, oltre a favorire i pendolari con un’agevolazione fiscale, è finalizzata a incentivare l’utilizzo dei mezzi pubblici e ridurre quello dei mezzi privati limitando, di conseguenza, il congestionamento del traffico con benefici di carattere ambientale, soprattutto nelle grandi aree urbane.

 

Sergio Cau

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

giovedì 20 settembre
mercoledì 19 settembre
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore