ECONOMIA VERONESE | sabato 23 giugno 2018 04:52

Cerca nel web

ECONOMIA VERONESE | sabato 03 marzo 2018, 08:40

L'Accademia mondiale della poesia presenta: La Giornata Mondiale della Poesia 2018

Si svolgerà il 24 marzo 2018 presso la Sala Maffeiana del Teatro Filarmonico, con ingresso libero al pubblico sino ad esaurimento posti disponibili, la 17esima edizione della Giornata mondiale della poesia che avrà come tema: "Siamo fatti per l'Infinito"   Con la partecipazione straordinaria di Fabio Armiliato e Giovanni Nuti e inoltre di: Davide Rondoni, Carlos Aganzo, Valentina Colonna, Majo Danilovic, Barbara Herzog, Antoine Houlou, Paolo Lagazzi, Dato Magradze, Massimo Morasso, Ales Steger, Maestro Fausto, Taiten Guareschi, Gian Mario Villalta, Abdallah Falaikawa.

Anche quest'anno, a Verona, il 24 marzo si celebra la Giornata Mondiale della Poesia promossa dall’Accademia Mondiale della Poesia (www.accademiamondialepoesia.com) nata nel 2001 nella città che diede i natali al poeta latino Catullo e avrà come titolo “Siamo fatti per l’Infinito” in occasione del bicentenario della poesia di Giacomo Leopardi. 

L’evento, con ingresso libero al pubblico fino ad esaurimento posti disponibili (per informazioni e prenotazioni inviare una mail a: info@accademiamondialepoesia.com) vedrà, quest’anno, anche la straordinaria partecipazione di due eccellenze della musica italiana che apriranno la manifestazione: il tenore Fabio Armiliato e il cantautore Giovanni Nuti che proporranno L’infinito di Leopardi, musicato, per l’occasione, da Nuti che dichiara: "Ho accettato con ‘timore e tremore’ la proposta di Laura Troisi di musicare i versi de ‘L’infinito’ di Leopardi, a cui è dedicato l’evento di quest’anno. Confrontarsi con uno dei componimenti poetici più noti della letteratura mondiale richiedeva una dose di tracotanza e di incoscienza cui neppure tutti i miei anni di frequentazione e osmosi creativa con Alda Merini mi hanno preparato. Ho cercato di accostarmi con consapevolezza e umiltà a questa poesia, sgombro però di troppe letture e troppe interpretazioni, ‘come se’ la leggessi per la prima volta, in modo da far scaturire la mia musica dall’inesauribile ombra di silenzio del Canto leopardiano. Il risultato lo presenterò il 24 marzo insieme all’amico Fabio Armiliato che mi aiuterà a proporvelo con la sua consueta sensibilità interpretativa".

Il programma prevede al mattino del 24 marzo, presso la Sala Maffeiana del Teatro Filarmonico, l’apertura con i saluti delle autorità e della Presidente Patrizia Martello, quindi la cerimonia di premiazione del Primo concorso nazionale di Poesia con Immagine via Instagram che ha come tema appunto “Siamo fatti per l’Infinito.  In questo modo si vuole celebrare una poesia considerata unanimemente un "bene comune": un bene immateriale, che ha mosso milioni di miliardi di pensieri, emozioni, inquietudini, visioni, pensieri filosofici, energia esistenziale e che ha reso l'uomo più libero e vicino all'immortalità. Premio per i primi 3 giovani classificati sarà un laboratorio di poesia con Davide Rondoni, poeta e critico letterario e la poetessa Isabella Leardini. Per gli altri vincitori è previsto un diploma d’onore dell’Accademia Mondiale della Poesia (bando del concorso sul sito www.accademiamondialepoesia.com)

L’evento, condotto dal regista e attore Alfonso De Filippis, proseguirà poi nel pomeriggio  con l’“Infinito”, apertura in musica  con Giovanni Nuti e Fabio Armiliato e poi ancora poesia in musica con i versi di Alda Merini,  accompagnato da José Orlando Luciano al pianoforte e da Simone Rossetti Bazzaro al violino. Giovanni Nuti interpreterà, sempre con Fabio Armiliato, il duetto Io non ho bisogno di denaro e renderà omaggio a Daniela Dessì con il duetto Genesi, che il grande soprano aveva registrato con lui prima della sua prematura scomparsa (entrambi i brani fanno parte di Accarezzami musica - Il Canzoniere di Alda Merini, il cofanetto che racchiude 16 anni di collaborazione con la poetessa da poco pubblicato).

A seguire  la consegna del Premio Catullo che quest’anno andrà a Massimo Morasso per il libro Rilke feat. Michelangelo e un dibattito che avrà come tema “L’Infinito”. Introdurrà Davide Rondoni e parteciperanno Carlos Aganzo(Spagna) Majo Danilovic (Serbia) Barbara Herzog (Svizzera) Antoine Houlou (Francia),  Paolo Lagazzi (Italia), Dato Magradze(Georgia), Ales Steger  (Slovenia), Maestro Fausto Taiten Guareschi (Italia/Giappone) Gian Mario Villalta (Italia),  Abdallah Falaikawa (Kuwait).  

Chiuderà la manifestazione "Risonanze PianofortePoesia", una suggestiva esibizione di musiche e poesie di Valentina Colonna.

 

L’ACCADEMIA MONDIALE DELLA POESIA

 

L’Accademia Mondiale della Poesia nasce a Verona il 21 marzo 2001 e riunisce 60 poeti, tra i più famosi al mondo, fra cui anche i Premi Nobel della Letteratura, Wole Soyinka, Derek Walcott, Seamus Heaney e, tra i soci fondatori, accanto al Cancelliere Nadir Aziza, il grande poeta italiano Mario Luzi.

La costituzione dell’Accademia Mondiale della Poesia nella città che ha visto nascere Catullo, ha accolto Dante e che ha ispirato Shakespeare costituisce un prolungamento naturale dell’iniziativa del Consiglio Esecutivo dell’UNESCO, sotto la Presidenza Esecutiva di Sua Ecc. Mme Sonia Mendieta de Badaroux. La proclamazione del 21 marzo Giornata Mondiale della Poesia da parte dell’UNESCO, ha reso utile la costituzione di un’Istituzione che raggruppasse poeti in rappresentanza dei cinque continenti con lo scopo di promuovere la poesia in tutto il mondo. Obiettivo statutario dell’Accademia Mondiale della Poesia è quello di celebrare ogni anno, la Giornata Mondiale della Poesia proclamata dall’UNESCO, con un grande evento poetico-musicale

 

BIOGRAFIE

 

FABIO ARMILIATO

Fabio Armiliato è uno dei tenori italiani più importanti della scena lirica internazionale.

Nato a Genova, si è formato al Conservatorio "Niccolo Paganini" della sua città natale. Nel 1986 ha debuttato col ruolo di Gabriele Adorno nel Simon Boccanegra di G. Verdi con i complessi dell'Opera di Genova, seguito dal ruolo di Licinio ne La Vestale di Spontini al TEATRO PERGOLESI di Jesi, iniziando una rapida carriera internazionale che lo ha condotto ad affrontare i ruoli più importanti del repertorio tenorile nei più importanti teatri d’opera del mondo e sotto la direzione dei più prestigiosi direttori d’orchesta.

Insignito di numerosi premi di riconoscimento alla carriera, vanta anche un’importante discografia che comprende numerosi DVD e CD di produzioni live e in studio.

 

GIOVANNI NUTI

GIOVANNI NUTI è un compositore e cantante toscano, di Viareggio, ma milanese di adozione. Ha all’attivo 10 album e ha collaborato con Enrico Ruggeri, Roberto Vecchioni, Lucio Dalla, Mango, Enzo Avitabile, Milva, Dario Gay, Marco Ferradini e Simone Cristicchi. Nel 1993 incontra Alda Merini e dalla loro collaborazione durata 16 anni - che Merini definiva «matrimonio artistico» - sono nati numerosi spettacoli che li vedono protagonisti insieme sul palcoscenico e quattro CD: Milva canta Merini (2004) per il quale Giovanni Nuti compone tutte le musiche; Poema della croce (2005); Rasoi di seta (2007); Una piccola ape furibonda (2010). Nel 2012 esce Una pequeña abeja enfurecida: Giovanni Nuti canta Alda Merini in spagnolo con la partecipazione straordinaria di Lucia Bosé che ha curato le versioni in castigliano di tutte le poesie-canzoni. A dicembre 2014 viene pubblicata la composizione di Giovanni Nuti, Cantico delle creature, suite di 11 brani per pianoforte eseguiti dalla pianista Elena Papeschi), ispirata dalle laudi di San Francesco – da fratello Sole a sora nostra Morte corporale – e dedicata "a Papa Francesco promessa e speranza di una Chiesa povera e cristiana”. Giovanni Nuti è stato protagonista nelle ultime stagioni dello spettacolo Mentre rubavo la vita. Al suo fianco, ad interpretare il “canzoniere” meriniano, Monica Guerritore, nella veste inedita di cantante. Tutti i frutti del sodalizio artistico di Giovanni Nuti con Alda Merini sono statl raccolti nel cofanetto di recente pubblicazione Accarezzami musica - Il “Canzoniere” di Alda Merini: un’edizione speciale con 6 CD, 1 DVD, 114 canzoni di cui 13 inedite, 21 brani con la voce recitante di Alda Merini, duetti di Giovanni Nuti con 29 Artisti ospiti della musica e del teatro (Renzo ARBORE, Fabio ARMILIATO, Peppe BARRA, Alessio BONI, Lucia BOSÈ, Sergio CAMMARIERE, Rossana CASALE, Fabio CONCATO, Aida COOPER, Valentina CORTESE, Simone CRISTICCHI, Daniela DESSÌ, Grazia DI MICHELE, Marco FERRADINI, Eugenio FINARDI, Dario GAY, Enzo GRAGNANIELLO, Monica GUERRITORE, Mariangela MELATO, Iskra MENARINI, MILVA, Andrea MIRÒ, Rita PAVONE, Omar PEDRINI, PICCOLI CANTORI di Milano, Daniela POGGI, Gigi PROIETTI, Enrico RUGGERI, Lina SASTRI).

.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore