ECONOMIA VERONESE | domenica 21 gennaio 2018 08:03

Cerca nel web

ECONOMIA VERONESE | venerdì 12 gennaio 2018, 17:19

Innovativo, parlante logo per la “Sagra dei Bìsi - piselli” di Colgnola ai Colli, Verona. Alfonso Avogaro fa traboccare i “Verdóni nani“ da un elegante calice, per poi abbinarli al biondo vino di Gargànega.

Ogni anno, fra maggio e giugno, Colognola in Colli è in fibrillazione per l’allestimento e la realizzazione della sua caratteristica “Sagra dei Bìsi”, laddove la voce “bìsi” significa, da secoli, in dialetto veronese e veneziano, “piselli”. Mentre ricordiamo che la sagra 2018, sarà alla sua 62ª edizione, segnaliamo il progetto, in vero geniale, di Alfonso Avogaro, impegnato presidente della Pro Loco di Colognola ai Colli e organizzatore della “Sagra”, di un nuovo logo, moderno e, al tempo, senza dubbio, strettamente legato alla realtà, per la Sagra stessa.

Nella Sagra, infatti, dominano i “bìsi”, ma anche il “vino”, il biondo di Gargànega di Colognola ai Colli, un più che positivo misto, che  Avogaro vede rappresentato in un calice, contrassegnato da una romana “Columna”, dal quale traboccano corone di verdi piselli…, così com’esso appare nella foto, che sopra proponiamo. I Verdoni nani di di Colognola…, quasi ad indicare che gli stessi, ancorché bene preparati, offrono al palato il meglio si se stessi, se  accompagnati da fresco e brillante bianco locale, del quale Colognola ai Colli è ottima produttrice. Un’ottima iniziativa, che ci sentiamo d’altamente apprezzare, perché, oltre a porre inevidenza l’agroalimentare locale, l’indovinata composizione è segno di grande sensibilità verso un territorio, quello colognese, che non solo offre ristorazione eccezionale ai “bìsi”, ma anche spettacolare paesaggio, che il grande verde del “Verdone nano” invita a visitare.

Pierantonio Braggio

 

Pierantonio Braggio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore