ECONOMIA VERONESE | lunedì 20 novembre 2017 06:56

Cerca nel web

ECONOMIA VERONESE | lunedì 13 novembre 2017, 23:45

I Mercatini di Natale a Verona - X edizione.

Ampliati, migliorati e decentrati, si potranno visitare, da venerdì 17 novembre a martedì 26 dicembre 2017.

I Mercatini di Natale veronesi sono quest'anno alla loro folgorante decima edizione. Più belli e colorati, con una molteplicità di eventi e con un richiamo sempre più internazionale, creeranno un’atmosfera magica e fiabesca, grazie anche anche al Nürnberger Christkindlmarkt - Mercatino di Gesù Bambino o di Natale di Norimberga, presente a Verona con i suoi caratteristici e romantici stands. Si terranno dal 17 novembre al 26 dicembre 2017, non solo in Piazza dei Signori e in Cortile Mercato Vecchio, ma anche in Piazza Indipendenza, in via della Costa, in Lungadige San Giorgio, nel piazzale di Castel San Pietro e a San Zeno. Un decentramento, programmato per dare ai Mercatini stessi maggiore spazio, ma, anche per alleggerire la Città antica dai flussi di visitatori e per coinvolgere e valorizzare altre parti del territorio comunale. Un tutto straordinario, dovuto al grande sforzo organizzativo da parte del Comitato per Verona, di Confcommercio Verona e di Confesercenti Verona, comitato che ha creato il grande evento natalizio, per la prima volta, già nel 2007. Dai socials, i Mercatini hanno già ottenuto oltre 8700 “mi piace”, in una sola settimana, avendo raggiunto oltre 150.000 persone ed il relativo video trailer è stato visto da oltre 10.000 interessati. L’edizione 2017 verrà inaugurata il 18 novembre, con l’accensione dell’albero natalizio in Piazza dei Signori. Essa è data da oltre 80 casette caratteristiche, in legno, suddivise, come sopra annunciato, tra le piazze citate del centro e Lungadige San Giorgio, che offriranno le tipicità, specialità gastronomiche tedesche e l’enogastronomia veronese. Su Lungadige San Giorgio, quindi, una giostra ospiterà, gratuitamente, anche portatori di disabilità, e “l’Albero della Felicità”, permetterà di salire sulle palle decorative dell’albero stesso... Castel San Pietro proporrà un punto di aggregazione per giovani, con un Igloo, lounge e bar, illuminato da due renne, alte 5 metri e tali da dominare il Colle, mentre potranno essere ammirate da ogni angolo della Città;

A San Zeno, il chiostro della Basilica, ospiterà i presepi dell'Amia, mentre, a destra della Basilica, si presenterà il Presepe, che “Flover” ha allestito a Roma, davanti alla Basilica di San Pietro. Ovviamente, non mancheranno eventi musicali live e di animazione. Sarà, quello di quest’anno un evento di qualità e attento alla sicurezza, abbinato a un moderno sistema, rilevatore di flussi di visitatori, e in grado di creare un indotto di oltre 50 milioni d’euro. Non sarà dimenticato, a conclusione della manifestazione natalizia, il concetto di solidarietà e di beneficenza. Il lato artistico-culturale è affidato a Chiese Vive e a Verona Minor Hierusalem. Importante, inoltre, da sapere, è che, quest’anno, ogni visitatore potrà ricevere il ‘Passaporto del Natale a Verona’, sul quale fare apporre i timbri di conferma, relativi ai luoghi artistici visitati – le diverse Chiese, da San Giorgio sino a Santa Maria in Organo – ottenibilie, tale passaporto, a chi parteciperà al tour di Chiese Vive e di Verona Minor Hierusalem.


Pierantonio Braggio


Pierantonio Braggio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore