POLITICA & CONGRESSI | lunedì 20 novembre 2017 07:04

Cerca nel web

POLITICA & CONGRESSI | giovedì 09 novembre 2017, 20:13

“Rivoluzione. Terrore. Libertà”. Simposio italo russo, tenutosi a Verona il 3 novembre 2017 e organizzato dall’Associazione Conoscere Eurasia, nel centenario della Rivoluzione d’Ottobre, 1917-2017.

Sulla Rivoluzione russa, dell’ottobre 1917, non è che vi sia diffusa conoscenza, anche perché si tratta d’un evento molto complesso, i cui effetti si sono protratti sino al 1991, coinvolgendo il globo. Il titolo del simposio, “Rivoluzione. Terrore. Libertà”, tenutosi il 3 novembre scorso, presso la Società Letteraria, Verona, ha destato molto interesse, anche per la presenza di relatori, che hanno saputo dare risposte concrete e, talvolta, dai contenuti inediti, su un tema, che avrà sempre bisogno d’esse approfondito.

Chi ha preso parte a detto simposio, si è portato a casa alta informazione e non pochi dettagli, forniti da Antonio Fallico, presidente di Conoscere Eurasia e di Banca Intesa Russia, Luciano Canfora, professore emerito di Filologia greca e latina presso l’Università di Bari, Sergio Romano, editorialista del Corriere della Sera, Vadim Polonskiy, professore di Filologia dell’Accademia russa delle scienze e direttore dell’istituto di Letteratura mondiale Gorky, Vladimir Buldakov, professore di storia dell’Istituto di Storia russa dell’Accademia delle Scienze, Domenico Losurdo, professore emerito di storia della Filosofia presso l’Università degli studi di Urbino e Svetlana Glinkina, docente della scuola di Economia presso l’Università Statale di Mosca. Il simposio ha preceduto la rassegna cinematografica, in corso a Verona, dedicata alla Rivoluzione d’Ottobre, che si tiene, sino al 21 novembre, nella sala convegni del Palazzo della Gran Guardia, Verona. La rassegna porta il titolo “Dieci giorni, che sconvolsero un secolo. La Rivoluzione d’Ottobre nel cinema” ed è data da 30 pellicole sovietiche, russe, americane, francesi, italiane, inglesi e polacche, che narrano i fatti storici del 1917 e gli effetti che si sono propagati nel secolo successivo, ben oltre i confini russi. Alla rassegna, l’Associazione Conoscere Eurasia ha invitato Andrej Končalovskij, uno dei più grandi registi russi di ogni tempo che, il 4 novembre, ha presentato il suo, film inedito in Italia, Siberiade (1978). Il tutto costituisce un grande contributo alla storia e alla conoscenza di eventi, che vanno conosciuti, per avere una visione, la più completa possibile, di quanto ha caratterizzato politicamente e, in parte, economicamente, Europa e mondo, per 100 anni, dal 1917 al 2017. Per ulteriori informazioni: info@conoscereeurasia.it.

Pierantonio Braggio


Pierantonio Braggio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore