ECONOMIA VERONESE | lunedì 20 novembre 2017 07:03

Cerca nel web

ECONOMIA VERONESE | giovedì 09 novembre 2017, 20:17

Accordo fra Banco BPM, Milano, e Cattolica Assicurazioni, Verona. Sarà costituita una partnership strategica di lunga durata, in fatto Bancassicurazione vita e danni.

La notizia è della sera del 3 novembre 2017. L’intesa prevede l’acquisizione, da parte di Cattolica, di una partecipazione del 65% in Avipop Assicurazioni SpA e in Popolare Vita SpA (in seguito, le stesse società saranno denominate “le Compagnie Assicurative”) e una partneship commerciale nei rami vita e danni, sulla rete dell’ex Banco Popolare, per una durata di 15 anni.

L’operazione si basa su una valorizzazione del 100% di Popolare Vita pari ad Euro 789,6 milioni e del 100% di Avipop Assicurazioni pari ad Euro 475,0 milioni. Banco BPM riceverà Euro 853,4 milioni per la vendita del 65% delle Compagnie Assicurative, suddivisi in Euro 544,6 milioni, per la vendita del 65% di Popolare Vita (di cui Euro 89,6 milioni mediante distribuzione di riserve disponibili, prima del closing, all’azionista Banco BPM) ed Euro 308,8 milioni per la vendita del 65% di Avipop Assicurazioni.

Cattolica assumerà la direzione e il coordinamento delle Compagnie Assicurative. Su questioni di rilevanza strategica, tuttavia, Banco BPM manterrà il potere di veto, mentre Cattolica nominerà l’amministratore delegato delle Compagnie Assicurative e Banco BPM il direttore generale.

Cattolica finanzierà l’operazione con mezzi propri e l’emissione di strumenti di debito. L’operazione avrà un impatto accrescitivo sulla redditività di Cattolica, mentre la struttura finanziaria individuata permetterà il mantenimento della solidità finanziaria.

L’operazione consentirà a Banco BPM di avere un buffer ritenuto capiente per compensare gli impatti patrimoniali attesi dal riacquisto da Aviva ed UnipolSai delle partecipazioni delle Compagnie Assicurative oggetto dell’accordo, di semplificare le partnership di Bancassurance di Gruppo, di migliorare le sinergie industriali tra le due precedenti joint-ventures dell’ex Banco Popolare, che faranno riferimento ad un unico partner e di mantenere una significativa contribuzione pro-quota dagli utili attesi delle stesse Compagnie Assicurative. La sottoscrizione della documentazione legale è prevista entro la scadenza del periodo di esclusiva (9 novembre 2017). L’operazione è soggetta all’approvazione delle competenti Autorità di Vigilanza, con completamento dell’operazione, quini, previsto indicativamente entro la prima metà del 2018, rimanendo, tuttavia, esso subordinato all’ottenimento, da parte di Banco BPM, della totalità delle azioni delle Compagnie Assicurative. Una positiva operazione, che permetterà a Cattolica Assicurazioni di disporre di uno spazio certamente più ampio, attraverso i numerosi sportelli, che si rendono disponibili, per le proprie polizze.

Pierantonio Braggio


Pierantonio Braggio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore