ECONOMIA VERONESE | giovedì 14 dicembre 2017 17:58

Cerca nel web

ECONOMIA VERONESE | martedì 10 ottobre 2017, 08:15

Oppeano, Verona. Presentata la II edizione di “Conosci il Territorio” dell’Associazione La Pianura Cultura, Sanguinetto.

I Comuni di Oppeano, Casaleone, Cerea, Cologna Veneta, Concamarise, Isola Rizza, Legnago, Minerbe, Pressana, Zevio e Veronella, hanno ufficialmente presentato, il 3 ottobre 2017, la II edizione del progetto Conosci il territorio, dell’Associazione La Pianura Cultura, con sede a Sanguinetto, Verona. Il titolo dell’edizione in tema è: Viviamo la Bassa - Itinerari, per conoscere la Bassa Veronese. Alla scoperta dei luoghi della nostra magica e un po’ dimenticata Pianura. Erano presenti il Sindaco di Oppeano, Pietro Luigi Giaretta, l’assessore alla cultura, Emanuela Bissoli, Alessandro Montagnoli, consigliere regionale veneto e componente la commissione Politiche del Territorio e il direttivo dell’Associazione La pianura Cultura.

Il progetto ‘Viviamo la Bassa’, di cui Oppeano è capofila, gode della collaborazione dell’Associazione per la promozione della Ciclopedonale dell’Ostiglia-Treviso e dell’Associazione Armida di Carpanea. Un progetto, che prevede una serie di itinerari, attraverso i quali, ogni ultima domenica del mese, fare scoprire agli interessati i numerosi borghi, che costituiscono l’ossatura della Bassa Veronese. Domenica, 29 ottobre p.v., dalle ore 15, a Oppeano, verranno illustrate le bellezze storico-architettoniche di Villa La Montara e della Chiesa parrocchiale. Assieme al parroco, don Giuseppe Facci, si scopriranno le origini antiche della torre campanaria”, sottolinea il sindaco di Oppeano, Pierluigi Giaretta”. La prima visita, facente parte dell’itinerario, si è tenuta, a settembre, a Minerbe.

Altre visite avranno luogo, quindi, a Cerea, Cologna Veneta, Legnago, Veronella, Pressana, Isola Rizza, Concamarise, Casaleone; esse avranno anche carattere enogastronomico, oltre che prettamente culturale, viste le sponsorizzazioni da parte di numerose aziende locali. Nel 2018, Anno Europeo del Patrimonio culturale, la visita alla Bassa Veronese, riserverà interessanti scoperte...”, ha evidenziato l’assessore Emanuela Bissoli.

Obiettivo dell’Associazione La Pianura Cultura, di cui sono membro”, ha affermato Luigi Pellini, storico e studioso oppeanese, “è conoscere il territorio in cui viviamo, essere in grado di leggerne i luoghi e sentirne emozionalmente il Genius loci, cosa, che significa riscoprire la realtà, che ci circonda e di cui siamo parte integrante. In fondo, l’immagine della Bassa Veronese è quella, che i suoi stessi abitanti hanno forgiato, modellato e plasmato, nel corso dei secoli, in una continua opera di attività agricola e urbana. condizionata dalle vicende della storia socio-economica, politica e religiosa”. Straordinaria iniziativa, quella concordata ad Oppeano, perché mirata a fare conoscere un Basso Veronese quasi ed ingiustamente sconosciuto, ma, in grado di presentarsi magnificamente, con la sua verde terra e con la sua arte, sparsa più che diversamente sul suo territorio. Che va portato a conoscenza, anche per la varietà del vegetale che lo copre, per il bello delle sue fresche acque, per le sue tradizioni, per la sua produzione agricola e, non ultima, per la sua gastronomia. Ed è, appunto, solo attraverso visite guidate – magari con partenza, per esempio, da Verona o da Mantova, per meglio fare raggiungere i punti meritevoli d’attenzione – che il Basso Veronese potrà acquisire il maggiore sviluppo, turistico-economico, che esso merita. Importanti anche eventuali visite guidate ad aziende agricole, alle coltivazioni e relativa lavorazione, abbinate a contatti con l’arte d’un tempo e con quella buona gastronomia, della quale il Basso Veronese non manca. Comunque, la notizia della lodevolissima iniziativa, di cui sopra, non deve rimanere a livello solo locale, ma, essere, come minimo, diffusa capillarmente nelle viciniori città, perché è dalle stesse, che ci si può aspettare, flusso turistico. Siamo, comunque, ad un bellissimo passo in avanti, che darà certamente risultati positivi.

Pierantonio Braggio


Pierantonio Braggio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore