ECONOMIA VERONESE | lunedì 20 novembre 2017 07:03

Cerca nel web

ECONOMIA VERONESE | giovedì 07 settembre 2017, 22:00

Il ritorno di John Wick (ma al femminile)

Il regista, attore ma soprattutto stuntman di lunga data David Leitch ritorna dietro alla macchina da presa dopo il successo del suo primo film che ha co-diretto assieme a Chad Stahelski ovvero “John Wick” del 2014.

La sua nuova pellicola che ha girato interamente si intitola “Atomica bionda” e di “atomico” ha veramente molto. Il film si ispira alla graphic novel “The coldest city” scritta da Antony Johnston ed illustrata da Sam Hart e come quest'ultima il film è ambientato pochi giorni prima della caduta del muro di Berlino nel novembre del 1989. Con il passare dei minuti si delinea un classico spy-movie con l'ingaggio di Lorraine Broughton, un'agente dei massimi livelli dell' MI6, interpretata dalla bellezza e sensualità fatta a persona ovvero la celeberrima Charlize Theron. Le viene commissionato di recarsi a Berlino per recuperare un oggetto di considerevole importanza per l'agenzia, nome in codice “La lista”, e per indagare sulla misteriosa morte di un altro agente sotto copertura. La sceneggiatura risulta di ottima fattura con una trama inizialmente semplice per poi acquisire aspetti sempre più complicati rendendo quindi d'obbligo un'accurata visione e attenzione anche ai più insignificanti dettagli. I vari personaggi annoverano di una caratterizzazione superlativa e bravura eccezionale, su di tutti spicca la protagonista la quale, sia con il suo carnale e raffinato fascino femminile, sia con la mascolinità da spia addestrata ad uccidere rapisce fin dai primi momenti lo spettatore. A collaborare con Lorraine troviamo David Percival, direttore della sede a Berlino, interpretato da un magnifico James McAvoy, ormai una garanzia in termini di recitazione sopratutto dopo averci regalato una delle sue migliori performance con Split. Il resto del cast non è da meno tra attori come John Goodman, Toby Jones, Sofia Boutella e Bill Skarsgård, quest'ultimo figlio del noto attore Stellan Skarsgård e futuro interprete del famoso clown Pennywise nel remake “It”in uscita il prossimo 19 ottobre. L'aspetto più “atomico” della pellicola sono le scene d'azione esplosive distribuite sopratutto nella seconda parte, che per coreografie e realismo ricordano i due capitoli di John wick. Combattimenti, sparatorie e inseguimenti fenomenali talmente realistici che ci sentiamo coinvolti direttamente, percepiamo la fatica e il dolore sia dei nemici sia dei protagonisti che dopo vari minuti di duri colpi, cadute e proiettili in corpo fanno fatica a restare in piedi. Il tutto lo si percepisce perfettamente nella principale scena d'azione della durata di circa dieci minuti, realizzata interamente con un falso piano sequenza ma, comunque di estrema difficoltà da conseguire e che crea ugualmente un effetto sbalorditivo.

Inoltre la pellicola è valorizzata da una colonna sonora composta dalle migliori canzoni delle più famose bands e cantanti degli anni '80, dai Depeche mode a David Bowie, da George Michael agli Health, che assieme alle perfette scenografie berlinesi dell'epoca (incluso il famoso muro) gettano lo spettatore nei felici e finali anni della guerra fredda dove ancora le informazioni sono di vitale importanza e le principali agenzie di spionaggio (CIA, MI6, KGB) cercano di regolare i conti prima dell'implosione della città e la dissoluzione dell'URSS.


Il Cinefilo


Il Cinefilo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore