ECONOMIA VERONESE | domenica 24 settembre 2017 12:25

Cerca nel web

ECONOMIA VERONESE | mercoledì 06 settembre 2017, 22:56

Espansione mondiale Bottega

Bottega si accorda con EasyJet, compagnia aerea britannica, colosso dei voli low cost, per il consumo a bordo del Vino dei Poeti Prosecco Doc e rinnova il listing del prosecco con British Airways. Non bastasse l'azienda vinicola trevigiana ( ha un giro d'affari di 54,3 milioni di euro) allarga la sua presenza negli aeroporti statunitensi.

Si tratta del duty free dell'aeroporto internazionale Mc Carran di Las Vegas, la principale porta di accesso alla capitale mondiale del gioco d'azzardo. La città del Nevada è entrata nell'immaginario collettivo come quintessenza del sogno americano. Con quest'ultimo listing Bottega annovera la presenza dei propri prodotti oltre a las Vegas anche nelle due aerostazioni di New York, Los Angeles, San Francisco, Miami, Atlata, Washiongton-Dulles e Honolulu nelle isole hawai che è anche un importante hub per i voli verso il Pacifico e verso l'Asia. “ In questi giorni”, dice Sandro Bottega a capo dell'azienda di famiglia, “ abbiamo siamo entrati anche nel mercato mongolo e nigeriano allargando a 134 i paesi in cui siamo presenti nel mondo. Continuiamo anche ad allargare il numero dei Bottega Prosecco Bar nel mondo, locali che si richiamano alle vecchie osterie venete anche se, ovviamente, sono scintillanti di colori e di luci, al passo con i tempi. L'ultima nata è quella realizzata sulla spiaggia dell'hotel Hilton Labriz a Silhouette Island, piccolo paradiso tropicale a nordovest di Mahé, l'isola più grande dell'arcipelago delle Seychelles. E' già diventata un punto di riferimento per gli ospiti dell'albergo e non solo. Sono trascorsi tre anni da quando abbiamo introdotto a bordo della nave da crociera scandinava Cinderella il nostro primo Prosecco bar. Oggi siamo al Resorts Worls di Birmingham, nel dehor dell'hotel Intercontinental di Abu Dhabi, in due aeroporti bulgari, Burgas e Varna, a Stoccolma, a Guernsey, l'isola sulla Manica paradiso fiscale britannico e a breve apriremo ancora ad Abu Dhabi, a Dubai, a Mykonos, a Sidney mentre in Italia adottiamo”, dice ancora Bottega”, la formula di aggregazione con il gruppo Cremonini. Siamo a Malpensa e al primo novembre sarà la volta di Belluno”.

Giorgio Naccari

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore