ECONOMIA VERONESE | martedì 27 giugno 2017 12:19

Cerca nel web

ECONOMIA VERONESE | giovedì 20 aprile 2017, 08:40

“Nabucco” di Giuseppe Verdi inaugura il 95° Festival Operistico 2017. L’Arena di Verona si riapre alla lirica, il 23 giugno.

Dopo un lungo periodo, dedicato ad interventi di risanamemto di bilancio, riprendono le attività operistiche areniane nella città scaligera. La serata inaugurale, sarà quella del 23 giugno 2017 – ha annunciato il sovrintendente Giuliano Polo – con il “Nabucco” di Giuseppe Verdi (1813-1901), in un allestimento innovativo e monumentale, ma, sempre su libretto di Temistocle Solera.

Nabucco

Allestimento, che porta la firma del regista francese Arnaud Bernard, per regia e costumi di Alessandro Camera, quanto a scene. Nabucco è la terza per numero di recite, dopo Aida e Carmen, dalla sua prima rappresentazione nell’anfiteatro, nel 1938, tornerà infatti in cartellone per 21 Festival, presentata in 10 gloriosi diversi allestimenti. Ma, particolare è, abbiamo accennato, l’allestimento, previsto per la prossima Stagione, che vedrà in scena il lavoro verdiano, appunto, il 23 e il 29 giugno, il 7, il 12, il 15 ed il 18 luglio, nonché il 4, il 9, il 12, il 18, il 23 e il 26 agosto prossimi. Per il Festival 2017, Nabucco, si diceva, è proposto in un nuovo aspetto, che traspone la messa in scena, tra il 1848 e il 1860, periodo in cui l’Impero austriaco dominava il Regno Lombardo-Veneto. La regia di Bernard, difatti, legge, nel contrasto insito nella vicenda narrata nell’opera - che si esprime nel conflitto tra Babilonia e Gerusalemme - la storia d’Italia negli anni turbolenti del Risorgimento. Ed è proprio questa visione profondamente risorgimentale suggerita da musica e libretto, e propria dei rivoluzionari italiani negli anni, in cui Verdi componeva l’opera, che ha permesso a Nabucco di diventare, nell’immaginario collettivo, il titolo patriottico per eccellenza, con il suo Va’, pensiero, che si eleva come una bandiera ad inno del riscatto nazionale. Direttore d’orchestra sarà il noto ed apprezzato Daniel Oren, che, dal 1984, ha guidato magistralmente solisti, Orchestra e Coro areniani, in 45 titoli lirici, per 28 Festival; quindi, per tre serate, salirà sul podio Jordi Bernàcer, talentuoso direttore, al suo debutto all’Arena di Verona. Fra breve, saranno comunicati gli altri titoli, previsti per il proseguimento del Festival 2017. Biglietteria: via Dietro Anfiteatro 6/B, 37121 Verona, tel.: (+39) 045 59.65.17 – fax (+39) 045 801.3287 – call center : (+39) 045 800 5151 – email: biglietteria@arenadiverona.it, www.arena.it.

Pierantonio Braggio


Pierantonio Braggio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore